logo1

Domani sarà una giornata importante per le indagini legate alla tragedia della funivia del Mottarone

Tornano a riunirsi a Verbania i periti e le parti. A Torino i giudici esamineranno il ricorso della procuratrice capo Bossi

Quella di domani sarà una giornata importante per le indagini legate alla tragedia della funivia del Mottarone. A Torino, in Corte d'appello, i giudici esamineranno il ricorso che la procuratrice capo Olimpia Bossi ha presentato contro la mancata convalida da parte del gip Donatella Banci Buonamici dei fermi dei primi tre indagati, Luigi Nerini, gestore dell'impianto, Enrico Perocchio, direttore di esercizio, e del capo servizio Gabriele Tadini, nei confronti del quale, però, la gip aveva disposto i domiciliari.
Non si conoscerà domani la risposta. Ci vorrà qualche giorno di tempo.
Ma sempre domani, in Tribunale a Verbania, torneranno a riunirsi tutti i periti e le parti. Sarà illustrato il programma dei vari passaggi per la rimozione della cabina e della testa fusa dal luogo della tragedia. Operazioni che saranno affidate ai Vigili del fuoco. Domani probabilmente si sapranno quindi i tempi, dal momento che più parti avevano sollecitato a fare presto prima che le prove vengano compromesse dagli agenti atmosferici.

 

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa