logo1

Verbania: si è dimesso ieri sera dall’incarico di assessore all’Urbanistica Giovanni Battista Margaroli

 “Preso atto delle continue divergenze con il sindaco sul piano del metodo e delle crescenti inconciliabili differenze su molte questioni di merito, rassegno le dimissioni da assessore con effetto immediato” le parole con le quali Margaroli ha comunicato ufficialmente la propria scelta

Si è dimesso ieri sera dall’incarico di assessore all’Urbanistica Giovanni Battista Margaroli.  “Preso atto delle continue divergenze con il sindaco sul piano del metodo e delle crescenti inconciliabili differenze su molte questioni di merito, rassegno le dimissioni da assessore con effetto immediato” le parole con le quali Margaroli ha comunicato ufficialmente la propria scelta, nella lettera protocollata in municipio.
Al momento l’ex assessore preferisce non commentare e non dire di più. 
Ci sarebbe però stato un casus belli che ha rotto definitivamente l’equilibrio dei rapporti tra sindaco e Margaroli e cioè la decisione di Marchionini di nominare due consiglieri delegati, Giovanna Agosti Bersi alla pianificazione territoriale, quindi nell’ambito di competenze di Margaroli, e Fausto Cavallini ai cimiteri, quindi affiancato a Nicolò Scalfi, assessore ai Lavori Pubblici. Una mossa vista come una sorta di commissariamento dei due membri dell’esecutivo. 
Commenta il sindaco: “Dare e ricevere la rinuncia ad un incarico amministrativo non è mai un fatto piacevole. Continuerò a seguire il Programma, a partire dal lavoro per la revisione necessaria del Piano Regolatore Generale, e affrontare i punti all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale in rapporto con la maggioranza consigliare che mi sostiene”.
E prosegue: “Ringrazio Margaroli per la disponibilità data in questi due anni di lavoro e nei prossimi giorni verificherò le scelte necessarie per continuare a rendere più funzionale il lavoro della Giunta Comunale al servizio della collettività con immutato entusiasmo e voglia di fare il bene collettivo”. 
Margaroli è stato eletto, come Scalfi, nella lista del Pd. Da quanto appreso, è in programma a breve una riunione dei democratici. 
Sulla vicenda della nomina dei due consiglieri delegati, era già arrivata ieri sera una nota congiunta dei gruppi consiliari Insieme per Verbania, Lega e Coraggio Italia.
Sorge spontaneo il dubbio che le due nomine significhino una specie di parziale commissariamento dei due Assessori in carica rispetto a temi delicati nei quali, evidentemente, il sindaco ha ritenuto di affiancarli con consiglieri di propria fiducia preposti a controllarne l’attività, rendendo così palesi i dubbi sul loro operato.
Ammesso – per fare l’esempio dei servizi cimiteriali – che vi possano essere carenze o problemi di manutenzioni dei cimiteri, non crediamo che il problema possa essere risolto affiancando un consigliere delegato all’Assessore ai Lavori Pubblici ma, semmai, intervenendo sulla macchina amministrativa e sulla struttura operativa”. 
Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa