logo1

Allo Stresa Festival è arrivato Alessandro Baricco

Nella cornice dell'Isola Bella ha proposto la lettura di Dante

Questo fine settimana le ultime due serate di luglio di Stresa Festival che riprende come di consueto con la seconda parte dopo la metà di agosto. Ieri all'Isola Bella lo scrittore Alessandro Baricco ha proposto una lettura di Dante in chiave diversa ovvero insieme con il pubblico. Nella calda serata estiva le terzine dantesche hanno accompagnato la notte di luna piena sul Lago Maggiore. Così il FestivaL ha celebrato i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta, in compagnia di uno degli intellettuali più eclettici della scena italiana. La passione per la scrittura di Baricco va di pari passo con quella per le sette note: studia pianoforte al conservatorio, è critico musicale oltre che regista, drammaturgo e conduttore. L'artista torinese ha condotto il pubblico di Stresa Festival in un memorabile viaggio tra le parole del genio fiorentino, un evento unico in una location d'eccezione.
Stasera si chiude il primo capitolo del Festival con un concerto voluto dagli studenti del Liceo Musicale Piero Gobetti di Omegna. Sono stati i ragazzi a scegliere chi far salire sul palco. E la scelta è caduta sul giovanissimo pianista Alexandr Malofeev, classe 2001. "19teen" il titolo del concerto.
Il programma, intessuto ad hoc sulla tematica del viaggio e sulla poesia Itaca di Konstantinos Kavafis, sarà interamente russo: la Sonata per pianoforte n. 1 op. 28 di Rachmaninoff e la prima raccolta delle Melodie Dimenticate op. 38 di Medtner. A causa del previsto maltempo l'evento è stato spostato dall'isola dei Pescatori al Palazzo dei Congressi di Stresa.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa