logo1

Zona transennata sul lungolago di Pallanza, una coppia di cigni ha fatto il nido

 

La famigliola è naturalmente diventata protagonista di video e foto e chi si trova a passare di lì s’affaccia per monitorare la situazione e commenta, sottovoce, per non dare fastidio

Zona transennata sul lungolago di Pallanza. Lavori in corso? No. E’ per non disturbare la covata di una coppia di cigni che ha deciso di fare il nido proprio sotto alla passeggiata, in riva al lago, nella zona di alaggio delle barche. I ripari sono stati posati dal Comune di Verbania su richiesta della Polizia Provinciale del VCO. La famigliola è naturalmente diventata protagonista di video e foto e chi si trova a passare di lì s’affaccia per monitorare la situazione e commenta, sottovoce, per non dare fastidio.

La situazione è costantemente monitorata dalla Polizia Provinciale, la deposizione risale a circa 3 settimane fa, per la schiusa occorre attendere circa un mese quindi non manca molto. <Le uova erano quattro> spiega l’agente Alberto Scarsetti. Nelle nostre immagini se ne scorgono due, in in primo tempo uno, ma i genitori quando si allontanano anche solo di poco a volte le nascondono sotto il pagliericcio. Scarsetti ci riferisce però che quelle non fertili vengono eventualmente eliminate dal nido dagli stessi cigni. Ancora l’agente spiega che si tratta di animali estremamente territoriali: questa coppia purtroppo non ha, nella propria area, zone particolarmente adatte al nido: qualche anno fa avevano scelto un angolo prossimo al Mausoleo, anche quello purtroppo molto, troppo vicino al passaggio e al lago. Ancora, sono uccelli monogami, stanno insieme per tutta la vita e l’eventuale vedovo o vedova aspetta piu’ di un anno prima di trovare un nuovo consorte.

Se vi è venuta voglia di andare a trovare la famigliola quindi fatelo nel massimo rispetto. Se siete in compagnia di un cane non affacciatevi perché il vostro amico a quattro zampe viene percepito come un predatore. E assolutamente non portate cibo: i genitori si alternano nella covata e quando non sono impegnati si nutrono senza problemi. Hanno anche necessità di perdere un po' di peso: il guscio delle uova, all’inizio molto resistente, si assottiglia man mano perché il piccolo assorbe il calcio. Un genitore troppo pesante rischierebbe di romperlo. L’equilibrio perfetto e straordinario della natura.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa