logo1

Cirio: "Il 30 gennaio al via la campagna vaccinale anti covid in Piemonte per gli over 80"

Il Governatore ha aggiunto: "Il ritardo nelle consegne di Pfizer non ci ha fermati e non incide in alcun modo sulla nostra campagna vaccinale contro il Covid"

"Il ritardo nelle consegne di Pfizer non ci ha fermati e non incide in alcun modo sulla nostra campagna vaccinale contro il Covid". Lo ha rimarcato il governatore del Piemonte, Alberto Cirio. "In Piemonte - ha sottolineato - sono state usate oltre il 90% delle dosi, perché siamo riusciti a compensare la mancata consegna attraverso un riequilibrio fra le Aziende sanitarie. La nostra campagna quindi va avanti: il 30 gennaio sarà al via la vaccinazione rivolta agli ultra ottantenni". "Li vaccineremo- ha spiegato - usando il vaccino di Moderna, che deve essere conservato a -20 gradi, per cui avremmo la collaborazione dei medici di base per la prenotazione, ma faremo la somministrazione all'interno delle nostre strutture non ospedaliere, nelle Asl". "Con i medici - ha chiarito - stiamo invece lavorando per quando sarà aperta la vaccinazione con il vaccino Astra-Zeneca, che non avrà particolari problemi di conservazione e potrà essere gestito come un normale vaccino anti-influenzale". In serata l’incontro con le farmacie per la definizione del loro ruolo.
Confermata invece per il 27 gennaio la fine della somministrazione delle prime dosi della Fase 1 e per il 21 febbraio la conclusione anche dei richiami con le inoculazioni della seconda dose al personale del sistema sanitario regionale e agli operatori e ospiti delle RSA.
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa