logo1

Domo. Pizzi ferma la movida in città

Centro storico chiuso dalle 21 alle 5 venerdì e sabato

Troppo alto il rischio di assembramento nel centro storico di Domodossola durante i fine settimana. Così il sindaco Pizzi ha deciso di applicare alla lettera quanto previsto dall’ultimo Dpcm firmato dal Premier Conte : chiusura al pubblico di strade o piazze che possano creare assembramenti. Troppo pericolosi in epoca di pandemia. Così, sulla scorta di queste considerazioni e dopo approfondita meditazione ha scritto al Prefetto del Vco per supportarlo nella decisione. E’ quanto prevede di Decreto. Cosa annuncia il sindaco ? La chiusura del Borgo della cultura nelle serata di venerdì e sabato. Il provvedimento scatterà alle 21 e si protrarrà sino all’alba, ovvero le 5 del mattino.
Il Corpo di Polizia municipale ha già recepito le direttive del sindaco e si è organizzato per il servizio serale in occasione del fine settimana. “ Ma risulta indispensabile – rimarca il sindaco domese, nella lettera inviata all’inquilino di Villa Taranto – una compartecipazione corale di tutte le forze dell’ordine, senza le quali ogni sforzo sarà vano “. Il primo cittadino domese si dice a disposizione per discutere della questione anche al tavolo provinciale per l’ordine pubblico.
La questione modiva a Domodossola non è nuova. Solo pochi giorni fa Pizzi aveva preannunciato un incontro con i gestori delle attività che si affacciano su vie e piazze del centro storico. Troppo rumore, poco rispetto delle norme anti Covid alla base della richiesta. Ora l’emergenza sanitaria avanza. A Domodossola, sebbene la situazione sia abbondantemente sotto controllo, la mappa dei contagi è passata in pochissimo tempo da 4 a 19.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa