logo1

Raccolta fondi per aiutare gli apicoltori colpiti dall'alluvione

Partita gara di solidarietà per aiutarli a ricomprare gli alveari andati distrutti 

Si aggira sui 50 milioni il numero di api morte durante l’alluvione della notte tra il 2 e il 3 ottobre nel Verbano Cusio Ossola. Oltre alle greggi sterminate, anche gli apicoltori del territorio hanno subito un danno gravissimo, con decine e decine di alveari distrutti, qualche centinaio di famiglie, per un totale, appunto, di 50 milioni di api. “Un disastro senza precedenti per l’apicoltura e per la biodiversità. Abbiamo perso un’importante risorsa per l’agricoltura del territorio e per chi vive grazie ad essa” spiegano dall’Associazione Apicoltori Alto Verbano Val Grande, che si  è impegnata a raccogliere fondi per restituire le api agli apicoltori colpiti dall’alluvione. Qualcuno è riuscito a recuperare qualche arnia con qualche ape ancora in vita, gli altri hanno perso tutto. Le arnie sono state trascinate via dai torrenti. Alcune sono state ripescate nel lago Maggiore. Tutto ciò in una situazione già difficile per un insetto fondamentale per la biodiversità, ma già messo a dura prova da cambiamenti climatici, pesticidi e tutti i fattori che ne mettono a rischio la sopravvivenza. I fondi raccolti grazie alla campagna che è stata lanciata oggi, verranno utilizzati per ripopolare il territorio degli alveari persi. Le donazioni possono essere effettuate online tramite Rete del dono.it, oppure si può contattare l’associazione all’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. SI punta ad arrivare a cinquemila euro.  

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa