logo1

Domo. Scontro politico sulla chiusura del parco di piazza Matteotti

Il Pd all'attacco del sindaco. Difende la posizione del comune Giorgio Bartolucci, ristoratore della zona e portavoce di chi risiede nei pressi del parchetto

“ Ma che razzismo. E’ questione di decoro della città. Un biglietto da visita per chi arriva a Domodossola “. Giorgio Bartolucci,chef stellato del ristorante Eurossola, respinge le accuse di quanti, in queste ore, bollano come razzista la decisione del Comune domese di transennare l’area verde posta a fianco del monumento ai Caduti di piazza Matteotti. “ Io ho fatto da collettore delle richieste avanzate da più parti. In primis i residenti della zona e poi di altri operatori economici. Gente che come me è stanca di vedere assembramenti di persone che stazionano tutto il giorno sulle panchine con musica ad alto volume” aggiunge. A supporto del suo pensiero Bartolucci cita i lavoratori stranieri occupati nel suo ristorante. “ Con me lavorano ragazzi marocchini, polacchi. Brava gente. Nulla da dire sulla nazionalità di nessuno “ conclude lo chef che ricorda : “ Negli anni 80 il parchetto era diventata la casa di ritrovo di tossicodipendenti. La mi a famiglia con altri operatori della zona si sono battuti a lungo per togliere quel degrado da questa zona. Spero non si voglia tornare indietro nel tempo “. L’area ufficialmente sarà soggetta prossimamente a lavori di manutenzione. Intanto dopo il M5S anche il Pd prende posizione sulla questione.
Il gruppo consiliare e la segreteria cittadina parlano di situazione “desolante e imbarazzante”. “Dall’Amministrazione Comunale non una riga in merito o una dichiarazione sul perché sia stata “recintata” con dei nastri di plastica. Ufficiosamente (stando agli organi d’informazione) è per evitare assembramenti indesiderati.
Un modo “originale” di affrontare i problemi comuni a tanti altri centri cittadini: chiudere davanti alle difficoltà. Se fosse così ci aspettiamo che a breve tutta la zona della movida (Piazza Mercato, via Briona e via Marconi ) sia chiusa con il nastro dal Sindaco. Se ci sono questioni di ordine pubblico si faccia un’opera di regia con le forze di Polizia (il cui comando è a 20 metri dalla zona chiusa!) e dei Carabinieri (compresa la nostra Polizia Locale), si senta la Prefettura, si ricerchi la collaborazione di tutte le istituzioni, si facciano iniziative di prevenzione, ci si adoperi perché quei pochi metri quadrati siano luogo di aggregazione e non di disagio. Anche perché il problema non lo si è, nel

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa