logo1

Trasferito nel carcere di Novara l'omicida di Bèe

 

bee omicidio cc

Intanto disposta la trascrizione completa del contenuto dei cellulari suoi e della vittima. Il delitto si è consumato il giorno della vigilia di Natale

 

E’ stato trasferito sabato da Verbania a Novara Marco Tacchini, 33 anni, in carcere dallo scorso 24 dicembre per l’omicidio della compagnia Alessia Partesana di 29 anni. Lo ha scoperto questa mattina il suo avvocato Antonello Riccio che era andato a fargli visita alla casa circondariale di Pallanza. Il legale non era stato avvertito del trasferimento. “Ne ignoro i motivi – spiega -. Settimana scorsa ero stato a trovarlo e non c’era nessun problema. Domani mattina cercherò di saperne di più, ma credo che si tratti di ragioni strettamente legate all’amministrazione penitenziaria”. Intanto nelle indagini c’è una novità. Il pm Nicola Mezzina ha infatti disposto la trascrizione completa del contenuto dei cellulari di Tacchini e della vittima. Probabilmente l’intenzione è di far luce sulla situazione della coppia, nella quale ci sarebbero state già tensioni, prima dell’omicidio avvenuto all’alba della vigilia di Natale nel loro appartamento di Bèe. Era stato Tacchini a chiamare il 112  e poi presentarsi spontaneamente ai Carabinieri del Comando provinciale ammettendo di aver ucciso la compagna che pare lo volesse lasciare. L’uomo ha colpito Alessia con 30 coltellate alla schiena, delle quali le prime cinque, che hanno raggiunto i polmoni, si sono rivelate mortali.

 

di Maria Elisa Gualandris

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa