logo1

Furto sacrilego a Lesa

Nel fine settimana prese di mira due chiese lontane dai centri abitati, la scoperta solo ieri

Furto sacrilego a Lesa, da due chiese sono state rubate ben tre statue tra cui quella della Madonna Ausiliatrice. E’ avvenuto lo scorso week end. La data non è precisa perché i luoghi di culto presi di mira, lontani da centri abitati, sono la chiesa di Santa Cristina, nella frazione di Calogna, e la chiesetta al Monte della Croce, di Comnago. In quest’ultima ignoti hanno asportato la statua della Madonna Ausiliatrice in legno decorato, alta poco più di un metro e venti. I ladri si sono introdotti segando la catena in ferro che chiudeva la porta.

Nella chiesa di Santa Cristina, i malviventi hanno fatto razzia. Dopo aver segato l’inferriata di una finestra, si sono introdotti ed hanno sottratto la statua di Santa Cristina, scultura lignea risalente al ‘400 e la statua di San Giacomo. Hanno prelevato un crocefisso in ottone, e due lanterne, di quelle utilizzate per le processioni. A scoprire il tutto è stato un podista mercoledì mattina, mentre faceva jogging. Ha sospettato l’intrusione alla vista della grata di ferro staccata. Ha avvisato il sacrestano e il parroco. Conferma il furto sacrilego il parroco di Lesa don Mauro Baldi:<Sono stato avvisato mercoledì mattina da chi si occupa della chiesa in collina, ho immediatamente avvisato i carabinieri e la Curia di Novara. Poi con i militari mi sono recato sul posto>. Nessuna ipotesi al momento, non si esclude il furto su commissione da parte di chi intende poi rivendere le statue sul mercato della ricettazione.

 

di Franco Filipetto

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa