logo1

Dopo gli allagamenti di ieri sera ora laghi Maggiore e d'Orta sorvegliati speciali

Si guarda con preoccupazione alle previsioni meteo: domani è attesa una tregua, ma giovedi dovrebbe tornare  a piovere in maniera abbondante. Intanto ieri sera  il maltempo ha colpito in maniera importante la zona del Cusio e del Verbano

omegna maltempo allagam

Dopo la piena di fiumi e torrenti, che dopo la cessazione delle piogge non destano preoccupazione, sorvegliati speciali sono il lago Maggiore ed il lago d'Orta, il cui livello tende a stabilizzarsi dopo essere cresciuto in maniera esponenziale nelle ultime 72 ore. Oggi pomeriggio le acque del Maggiore si sono attestate a 195,26 metri di altezza:  150 centimetri in più rispetto a 36 ore fa. Siamo oltre il livello di guardia, ad una settantina di centimetri dal livello di pericolo. Discorso simile anche per il lago d'Orta, che continua a crescere seppure di poco: ormai a una quarantina di centimetri dall'esondazione ad Omegna. Si guarda con preoccupazione alle previsioni meteo: domani è attesa una tregua, ma giovedi dovrebbe tornare  a piovere in maniera abbondante. Intanto ieri sera  il maltempo ha colpito in maniera importante la zona del Cusio e del Verbano. Strade come fiumi, allagamenti, ma nel complesso la situazione è rimasta sempre sotto controllo. Le criticità maggiori ieri in tarda serata, quando l'intensità delle precipitazioni ha raggiunto il suo picco massimo. Allagati garage e scantinati a Bagnella ed Agrano, con interventi dei vigili del fuoco: annullato per precauzione il consiglio di quartiere di Bagnella.  Le strade sono diventate dei fiumi, in particolare nella zona dei giardini pubblici, del lungolago davanti all'ex Kelly ed in via Verta. A Gravellona allagate via Nuova e via Cirla, che sono state chiuse al traffico.

 

di Daniele Piovera

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa