logo1

Dieci anni fa moriva Mike Bongiorno

 Il celebre presentatore è scomparso all'età di 85 anni. Era di casa a Dagnente di Arona

mikeok

L’8 settembre anche ad Arona e Dagnente si è ricordato il X anniversario della morte di Mike Bongiorno. Aveva 85 anni. L’ex sindaco Antonio Catapano lo fece cittadino onorario. Il legame di Mike con Arona nasce con il matrimonio con Daniela Zuccoli, famiglia che ha dimora nella frazione collinare. Della villa di Dagnente ne fece il suo “buen retiro”, vi trascorreva lunghi periodi di riposo. Lo si poteva incontrare nelle sue passeggiate, oppure quando scendeva a Meina o ad Arona. Figlio di padre italo-americano e di Enrica Carello, la madre torinese, il re del quiz nasce il 26 maggio 1924 a New York. Giovanissimo si trasferisce in Italia e frequenta il liceo a Torino. Nella Seconda Guerra mondiale si unisce ai partigiani, passa tra Crodo e Baceno. Arrestato dai nazisti, trascorre 7 mesi a San Vittore; conosce il lager con Indro Montanelli. Si salva grazie ad uno scambio di prigionieri tra Usa e Germania. Nel ‘46 il padre di Valter Veltroni, allora dirigente Eri, lo assume in Rai come corrispondente da New York; si stabilisce nel nostro Paese nel ‘53, chiamato a condurre "Arrivi e partenze" che parte il 3 gennaio 1954, primo giorno di trasmissioni. Il programma però che incorona Mike Bongiorno è "Lascia o raddoppia?", dal 1955 al 1959. Nel ‘77 conosce Silvio Berlusconi. L’imprenditore intende creare la TV privata; chiama Bongiorno. Raccontò:<Berlusconi mi chiamò e mi spiego i suoi progetti. Io non volevo lasciare la Rai. Quando parlammo di compensi, Berlusconi mi scrisse su un foglio una cifra. Caspita all’anno? – chiese Mike- No al mese! Rispose il Cavaliere. E da li cominciai a pensarci, sino ad accettare>. "Grande Ufficiale della Repubblica", nel 2009, scaduto il contratto con Mediaset, firma per Sky, ma la sera dell’8 settembre 2009, a Montecarlo, la vita di Mike è stroncata da un infarto. Il 25 gennaio la salma viene asportata da ignoti dalla tomba di Dagnente. La bara viene ritrovata l'8 dicembre in un fontanile a Vittuone. I responsabili restano ignoti. Per evitare un altro trafugamento, la salma è stata poi cremata nel cimitero monumentale di Torino su decisione della moglie Daniela e dei figli Michele, Nicolò e Leonardo.

 

F.f.

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa