logo1

Castelletto, frequentano la materna "Girotondo" i bimbi che hanno accusato malori

L'assessore Diluca : " Stiamo facendo le verifiche del caso, anche sugli erogatori dell'acqua potabile. Siamo rammaricati "

 

Una ventina di bimbi che frequentano la scuola materna “Girotondo”, nella frazione Brabbia di Castelletto Ticino, ieri nel tardo pomeriggio hanno accusato malori con vomito e dissenteria. La maggior parte di loro appartiene al “Girotondo 1”, ma alcuni casi, anche se più contenuti si sono registrati al “Girotondo 2”. Sono tutti piccoli dai 3 ai 6 anni. Una dozzina sono stati portati al Dea del Santissima Trinità di Borgomanero e poi trasferiti tutti in Pediatria, alcuni di loro prima della notte hanno potuto fare ritorno al proprio domicilio. Altri genitori si sono limitati a chiedere l’intervento del proprio pediatra. L’Azienda Sanitaria Locale di Novara conferma:<Nella notte tra il 28 febbraio e il primo marzo sono giunti al Pronto Soccorso del Presidio Ospedaliero di Borgomanero oltre una decina di bambini tra i tre e i sei anni residenti a Castelletto Ticino con una sintomatologia gastrointestinale insorta nel pomeriggio.  Tutti i bambini sono stati sottoposti alle cure del caso in Pediatria e la gran parte di loro ha già potuto ritornare al domicilio. – dalla direzione Asl di Novara aggiungono- I Servizi competenti dell’ASL NO si sono immediatamente attivati per chiarire le cause all’origine del fenomeno e adottare tutti i provvedimenti necessari>. L’assessore all’Istruzione del comune di Castelletto, Vito Diluca, già dalle 7 di stamani si è attivato per gli accertamenti del caso:<Il primo pensiero è stato quello del pasto scolastico di mezzogiorno, pranzo che però viene distribuito in tutti i plessi del nostro comune. I casi lamentati però si riferiscono solo alla materna di Brabbia la cui cucina, per tutte le scuole del paese si trova proprio in quell’edificio. Il cibo fornito ieri è già stato campionato da parte dell’Asl, siamo in attesa dei risultati. Stiamo anche verificando la segnalazione da parte di alunni che non si sarebbero fermati a mensa. E’ prematuro fare delle ipotesi o accreditare responsabilità all’azienda che prepara i pasti. Sinora a Castelletto delle situazioni analoghe non si sono mai verificate, anzi all’azienda è stato riconosciuto merito per la qualità degli alimenti preparati. Abbiamo in corso verifiche anche sugli erogatori dell’acqua potabile. Apparecchi che rispondono a tutte le norme di legge>. A ventiquattro ore dall’accaduto i bimbi coinvolti dal malore si sono ripresi. Conclude Diluca:<Siamo rammaricati, se dovessero emergere responsabilità attiveremo i provvedimenti del caso>.

 

F.f.

 

 vconotizie 00

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa