logo1

Fondazione Tami: nell'ultimo decennio persi 3 milioni di euro

Assemblea pubblica a Villadossola voluta dall'amministrazione Toscani per illustrare la situazione ereditata dell'ente. La perdita più consistente nel 2009

villadossola fondazione tami

 

Assemblea pubblica ieri sera in sala consiliare a Villadossola voluta dall'amministrazione Toscani per illustrare la situazione e i conti della Fondazione Tami. Significativa la perdita di questi anni: si è passati da un picco di capitale di 5 milioni e 800 mila euro nel 2008 agli attuali 2 milioni e 700 mila.

<Volevo che la gente sapesse la situazione che ereditiamo dell'ente che ora presiedo, era doveroso> ha spiegato il sindaco Bruno Toscani.

Fatto un excursus storico della Fondazione, nata nel 2001 durante l'amministrazione Ravandoni con un patrimonio di 3 milioni e 900 mila euro composto soprattutto di titoli azionari. A questi si sono poi aggiunti nel 2007 gli 800 mila euro del lascito Balassi. Quando il sindaco Liliana Sarazzi lasciò la presidenza si registrò l'ammontare di capitale più alto, i suddetti 5 milioni 800 mila euro.

Nel 2009 – prima amministrazione Bartolucci - la perdita più considerevole: 1 milione e 900 mila euro di deprezzamento.

Spiega Toscani: <Il Presidente Bartolucci rimane in carica fino al mese di giugno 2018 e nel momento della scadenza del suo mandato il patrimonio effettivo della Fondazione si aggirava intorno a euro 2.800.000> .<Ho ritenuto di evidenziare questi dati – prosegue il sindaco - perché mi sembra giusto che ogni presidente che ha diretto la Fondazione sia responsabile di come ha amministrato per evitare che tutto venga mescolato in un unico calderone in cui per qualsiasi evenienza tutti e nessuno siano responsabili. Per quanto mi riguarda mi ritengo responsabile del patrimonio di circa euro 2.700.000 che rappresenta oggi la consistenza patrimoniale> precisa e conclude: <Certo il fatto che una Fondazione che dovrebbe operare senza intenti speculativi si trovi a perdere più di metà del suo patrimonio lascia alquanto perplessi e pensierosi, comunque, essendo una Fondazione riconosciuta da un decreto della Regione Piemonte a cui vengono trasmessi i bilanci verificheremo, eventualmente, la regolarità degli atti>.

Tre i principali beneficiari della Fondazione: scuole, parrocchia e comune, ai quali si affiancano altre realtà, ad esempio le Settimane Musicali di Stresa. Dal 2001 ad oggi sono stati distribuiti contributi per poco meno di 2 milioni di euro.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa