logo1

Resta agibile la stalla scoperchiata a Masera

All'interno una mandria di mucche, nessuna ferita. Le lamiere sono finite sul tetto dell'edificio adiacente

masera stalla scoperchiata bis

 

Potrebbe essere stata una tromba d'aria a scoperchiare il tetto in lamiera di una stalla di un'azienda agricola a Masera, nei pressi dell'elisuperficie. Divelta l'intera falda che è finita sul tetto dell'edificio accanto. E' accaduto stamattina attorno alle 7,45, subito sul posto i Vigili del fuoco di Domodossola con un mezzo, è stato poi necessario l'intervento della gru da Verbania per mettere in sicurezza le coperture. Importante la superficie interessata, si tratta di circa 300-400 metri quadrati. La stalla dà ricovero ad una mandria di mucche, fortunatamente nessun animale è rimasto ferito e l'edificio – dove avviene anche la mungitura – resta agibile perché al di sotto della copertura in lamiera il tetto è composto da una soletta in cemento e da uno strato di carta catramata. Solo lievemente danneggiato il tetto dell'edificio sul quale si sono ribaltate le lamiere, gli stessi pompieri hanno operato per risistemare le tegole spostate o divelte. I vigili del fuoco ossolani sono stati impegnati a Masera per tutta la mattinata, sono rientrati poco prima di mezzogiorno in caserma. Il forte vento che ha imperversato in zona nelle prime ore della giornata odierna ha provocato tuttavia altri danni a tetti, in particolare i pompieri sono stati chiamati per tegole pericolanti nella zona sopra il Gaggio a Villadossola.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa