logo1

Una nuova vita per due animali fortunati

Un gufo reale maschio e un'astore femmina sono tornati in natura dopo le cure della Polizia Provinciale e del dott. Uberto Calligarich

gufo

 

Una nuova vita per due animali fortunati. Si tratta di un gufo reale maschio e di un'astore femmina che, soccorsi dalla Polizia Provinciale e sottoposti alle cure del veterinario Uberto Calligarich, hanno recuperato forze e salute e sono tornati in natura nei giorni scorsi.

Il gufo, un esemplare adulto, è stato trovato dalla signora Sabrina Moreschi e dalla sua famiglia a Unchio impigliato in una recinzione elettrica fortunatamente non attiva. Era in forte stato di shock anche a causa del ripetuto attacco delle cornacchie che stavano approfittando del suo stato di difficoltà per aggredirlo, senza l'intervento umano lo avrebbero certamente ucciso. Inanellato da Marco Bandini, il rapace è stato liberato dall'agente di Polizia Provinciale Alberto Scarsetti nel luogo del ritrovamento. Deciso il gufo si è diretto verso un albero ed ha proseguito poi in direzione del Monte Rosso dove presumibilmente vive, è tornato a casa. Il dottor Calligarich spiega che è il primo ritrovamento di questa specie a Unchio e si tratta quindi di un episodio particolarmente importante.

L'astore, sempre un esemplare adulto, è stata ritrovata il 12 novembre scorso a Migiandone di Ornavasso, era gravemente debilitata, forse per un lungo digiuno dopo le incessanti piogge. E' stata recuperata dagli agenti Riboni, Bendinelli e Scarsetti e quest'ultimo l'ha liberata nei giorni scorsi nella riserva di Fondotoce.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa