logo1

Agli Stati generali dell'Economia, Giancarlo Giorgetti

 

Presenti i vertici della Lega, si è parlato dei rapporti tra Italia ed Europa e della manovra di Bilancio

 

arona stati economia

Temi della massima attualità sono stati al centro degli Stati Generali di Arona che si sono tenuti al palacongressi venerdì 16 novembre. La manovra di Bilancio del Governo Conte, le prospettive di crescita e i rapporti tra Italia e Europa. Qualificati i relatori che il primo cittadino Alberto Gusmeroli ha invitato sul palco: Alessandro Canelli, sindaco di Novara, Riccardo Molinari, presidente del Gruppo Lega alla Camera dei deputati, Massimo Garavaglia, viceministro all’Economia e Finanze, Angelo Miglietta preo rettore e docente alla Julm di Milano. Le attese però erano per le parole dell’onorevole Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio: <Dobbiamo valorizzare le risorse che ci offre il Turismo, il lago Maggiore è una eccellenza per l’Italia. E’ necessario avere e formare imprenditori manageriali. Gli alberghi si debbono adeguare alle richieste dei flussi di stranieri che cercano l’eccellenza sia come ospitalità che come proposte e gastronomia. I pensionati del Nord Europa vanno in Portogallo, si potrebbe studiare programmi per intercettarli>. Garavaglia si è soffermato sul debito, sul volano spesa e investimenti:<Il settore messo peggio è quello edilizio. Se si fermano le costruzioni si ferma l’indotto e tutto quello che gravita nelle nuove abitazioni. Cento cinquanta milioni di euro bloccati nella contesa Stato regioni, 82 milioni siamo riusciti a sbloccarli, ma sono solo le metà. Questi a cascata vanno alle regioni e ai comuni, che spesso fanno fatica a spenderli. La burocrazia è un cappio al collo. Le province poi fanno fatica a gestire strade e scuole, opere spesso de finanziate. Ci sono a bilancio 250 milioni di euro per far fronte a tutto ciò>. Molinari si è soffermato sulla delocalizzazione Pernigotti:<Non si è fatto nulla a suo tempo per combattere la delocalizzazione in Turchia. Bisogna mettere delle regole precise a livello europeo. Il Crodino è un ulteriore esempio di delocalizzazione anche se emigra in terra nazionale. Però in Ossola si perdono posti di lavoro>. Combattere povertà e ludopatia i temi messi in evidenza da Miglietta:<Ci sono in Italia un milione e 200 mila bambini che mancano di nutrimento e vivono in povertà. La famiglia si è trasformata in un cinquantennio. Quelle allargate di un tempo, con nonni e zii non ci sono più. Le famiglie allargate di oggi sono tutt’altra cosa>. Infine Alberto Gusmeroli:<Ho trovato un vecchio sistema in cui si poteva condonare o sanare un debito con poche lire in cinque anni. Si può adottare anche oggi. Con 200 euro all’anno si possono sanare le irregolarità emerse dal 2013 al 2017. L’ho proposto ed è stato recepito>. Due ore intense che hanno visto cinquecento persone ascoltare con attenzione nel palacongressi, quattrocentocinquanta in sala e una cinquantina nella saletta adiacente, davanti ad uno schermo gigante che ha proposto in diretta l’evento.

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa