logo1

Omegna, il consiglio si spacca sull' odg Lodi

Il Pd chiedeva di condannare quanto successo nelle scuole della città lombarda. Anche alla luce del gemellaggio fra le due realtà

omegna cons com

 

L’ordine del giorno a firma Pd e inerente i fatti successi nelle scuole di Lodi hanno incendiato il consiglio comunale di Omegna. I democratici, capitanati da Alessandro Rondinelli, hanno richiesto al sindaco Paolo Marchioni di scrivere alla collega Sara Casanova sulla questione della documentazione integrativa richiesta alle famiglie extracomunitarie per l’accesso ai servizi scolastici dei figli. “Un atto politico deprecabile e da condannare, perché fortemente discriminatorio. Chi ne paga le conseguenze, infatti, sono i bambini” ha affermato Rondinelli. “Ci sentiamo in dovere di parlare di Lodi perché è una nostra città gemellata e certe scelte politiche non possono passare inosservate”. Il documento ha innescato la reazione della maggioranza. “Sostengo da sempre il principio che prima vengono gli italiani – ha detto Giuseppe Formigoni di Fratelli d’Italia –. È una scelta corretta quella della giunta di Lodi, perché tutti devono partire dalla stessa condizione. Anche nel nostro programma elettorale c’era una richiesta simile e speriamo che a breve il sindaco Marchioni possa attuarla”. “Purtroppo alcuni temi delicati vengono strumentalizzati con la presenza dei bambini – ha aggiunto la leghista Raffaella Varveri –. I più piccoli troppo spesso vengono usati per le furbizie degli adulti. Corretto intensificare i controlli”. Proprio tra Varveri e Rondinelli si è accesa un’aspra battaglia verbale, conclusa con l’intervento del presidente del consiglio comunale Tiziano Buzio che ha richiamato all’ordine entrambi. Il documento dei democratici, perciò, è stato respinto dalla maggioranza, mentre “Omegna, si cambia!” non ha preso parte al voto. “Tema nobile ma poco attinente con Omegna” le parole di Mauro Empolesi e Lucia Camera. Altro argomento toccato sono state le asfaltature. Prossimi a partire i lavori per un importo di 200mila euro in via Fratelli di Dio, in zona La Verta, in alcune vie di Agrano e in via Monte Grappa a Crusinallo. Lunedì prossimo, inoltre, scatteranno i ripristini delle strade rovinate dalla posa della fibra ottica.

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa