logo1

Arona, approvato il progetto " Casa del cuore "

La struttura ospiterà gli ospiti del progetto " Dopo di noi "
 
 
 
arona dopodinoi
 
 
La Giunta Comunale di Arona, ha approvato il progetto esecutivo di adeguamento di un appartamento di proprietà comunale sito in via XX Settembre, finalizzato ad ospitare il “Dopo di noi”, comunità di tipo famigliare. Prevede la creazione di una struttura per diversamente abili, anche gravi, composta da sei posti letto, oltre a quello dell’operatore, dei quali uno riservato a interventi di sollievo. 
Afferma Marina Grassani, assessore al Welfar:<Si approda a tale traguardo a seguito di un percorso lungo otto anni nei quali, partendo dall’esistente servizio socio terapeutico educativo diurno “Centro Brum”, passando attraverso esperienze di autonomia nell’ottica del “durante noi/dopo di noi” realizzate presso le strutture Casa Nazareth e Cascina Trolliet, si è giunti alla concretizzazione di un’esigenza avvertita dal territorio da oltre un ventennio. Il progetto, già validato dall’Asl di competenza, risponde ai requisiti della vigente normativa specifica e in particolare all’ubicazione di strutture socio sanitarie per disabili in contesti abitativi cittadini pienamente inseriti nella comunità locale>. A breve la gara d’appalto, quindi i lavori, ed entro febbraio 2019 l’inaugurazione della “Casa del cuore”  L’Amministrazione comunale ha ringraziato la ditta Gelsomino Casa di via della Liberazione ad Arona, che offrirà gratuitamente le piastrelle per l’intero appartamento. Afferma il sindaco Alberto Gusmeroli:<A tal proposito si lancia un appello rivolto a tutti coloro che volessero in qualche modo contribuire all’arredamento dell’alloggio, così da rendere questo progetto ancor di più sentito e partecipato dalla collettività Aronese. Altri, oltre a Gelsomino, hanno manifestato la propria disponibilità ad offrire arredi di vario genere>.
 
F.f.
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa