logo1

Sindaco Lana: "Al fianco delle lavoratrici di cooperativa Azzurra, daremo battaglia fino alla fine"

Sottolinea il silenzio assordante sulla vicenda della Regione Piemonte anche dopo le decine di lettere dei sindaci del VCO. Reschigna: "Abbiamo la situazione ben presente"

 piedimulera cupasl

 

In partenza il CUP unico per tutta la Regione, sono a rischio i posti di lavoro delle 14 dipendenti della Cooperativa Azzurra di Piedimulera che da oltre 10 anni svolgono il servizio per l'Asl VCO. Il contratto scade a dicembre. E il sindaco del centro ossolano Alessandro Lana è su tutte le furie, si dice al fianco delle lavoratrici e aggiunge che darà battaglia fino alla fine. Lamenta un silenzio assordante della Regione Piemonte a fronte di decine e decine di lettere inviate dal territorio, preoccupato del futuro delle operatrici.

L'accorpamento in un unico centralino era bloccato da tempo per un ricorso al Tar; nel frattempo, dice Lana, una sessantina di sindaci di tutto il VCO hanno scritto in Regione per avere informazioni in merito, <Ma dopo più di un anno non è mai arrivata una risposta> rimarca il sindaco. Lana spiega che con il cambio ai vertici dell'Azienda sanitaria ha chiesto un incontro con il nuovo direttore generale Penna per un punto della situazione e lì ha avuto comunicazione dello sblocco della vicenda e dell'assegnazione della gara con partenza proprio dal quadrante che interessa il VCO. <Il direttore generale esegue gli ordini – aggiunge il primo cittadino di Piedimulera – ma mi aspettavo una risposta almeno da Reschigna che non si è fatto più sentire>.

Domani Lana incontrerà le lavoratrici della Cooperativa Azzurra, <Interpellerò nuovamente i sindaci e ricominceremo la battaglia per capire come salvaguardare i posti di lavoro, se è possibile ad esempio cambiare il tipo di contratto, con un tempo pieno le operatrici potrebbero anche affrontare i necessari spostamenti>.

Lana ricorda che un'indagine del Sole 24Ore aveva definito il Cup dell'Asl del VCO tra i più efficienti in Italia. "Complimenti alla Regione - dice Lana - che in pratica chiude un servizio di nicchia della nostra Provincia".

Il vice presidente piemontese Reschigna afferma che la situazione delle 14 lavoratrici è ben presente e ci sono contatti con la direzione dell’asl e i sindacati per risolvere il problema. La vicenda si è protratta nel tempo, aggiunge, perché era in atto un ricorso amministrativo chiuso solo recentemente dal Consiglio di Stato.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa