logo1

Export 2018: segno meno per il casalingo omegnese e per rubinetteria e valvolame locale

Lo dice la Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo che ha diffuso oggi i dati sugli 11 distretti tradizionali del Piemonte per il primo trimestre 2018

operaio generica

 

Inizio d’anno ottimo per le esportazioni dei distretti del Piemonte, ma non per i casalinghi di Omegna che registrano una contenuta contrazione pari a -3,5%. Freno tirato anche per la rubinetteria e il valvolame locale. È questo il bilancio della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, che ha diffuso oggi i dati sugli 11 distretti tradizionali del Piemonte per il primo trimestre 2018.

Per il casalingo omegnese mercato principale, la Germania, è in crescita ma non è riuscito a compensare la diminuzione dei traffici verso la Francia (il secondo mercato in ordine di importanza), la Svizzera, il Regno Unito e la Spagna.

Valvolame e rubinetteria invece fanno segnare un dato positivo (+1,7%) grazie all’aumento spiccato dell’export nella provincia di Vercelli (+7,5%) a fronte invece di un arretramento del Verbano-Cusio-Valsesia (-2,7%) e di una situazione di sostanziale stabilità a Novara (-0,2%). Il primo trimestre 2018 è stato caratterizzato da aumenti importanti di export verso la Spagna, la Francia, la Svizzera, gli Stati Uniti e il Regno Unito. Le diminuzioni più significative sono state quelle verso l’Arabia Saudita e i Paesi Bassi.

Segni meno in un quadro regionale invece spiccatamente positivo.Con 145 milioni di euro di export in più rispetto al primo trimestre 2017, il Piemonte si colloca al secondo posto (dopo la Lombardia) tra le regioni italiane ad alta intensità distrettuale per l’aumento in valore delle esportazioni.

Lo scenario previsivo rischia di essere condizionato dalla recrudescenza delle minacce protezionistiche emerse nelle ultime settimane ma le attese per i distretti piemontesi sono, al momento, positive per la seconda parte dell’anno.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa