logo1

Incontro per il 40° anno di istituzione del Parco Naturale Veglia Devero

varzo generica

Per rafforzare i legami tra Italia e Svizzera incontro a Varzo con una delegazione del Landshaftspark Binntal

COMUNICATO STAMPA: LE AREE PROTETTE DELL'OSSOLA (INCONTRO TRANSFRONTALIERO)

Inizia con un incontro istituzionale internazionale l’anno di celebrazione del 40° di istituzione del Parco Naturale Veglia Devero. Lunedì 18 giugno una delegazione del Landschaftspark Binntal, parco che tutela un’area transfrontaliera contigua al Veglia e Devero, arriverà a Varzo per un incontro con lo scopo di rafforzare i legami tra Italia e Svizzera nel campo della conservazione della biodiversità alpina e nella tutela degli habitat naturalistici. La delegazione svizzera sarà guidata da Andreas Weissen, responsabile per le relazioni internazionali e da Dominique Weissen, direttrice del Parco vallesano. Ad accoglierli sarà il Presidente delle Aree Protette dell’Ossola Paolo Crosa Lenz che, con le guide del Parco, la Consulta e la Comunità del Parco, si recheranno alla Torre di Varzo per un confronto sulle politiche di tutela ambientale e il rendiconto delle attività comuni svolte nell’ambito dell’accordo transfrontaliero siglato nel 2013.

Le relazioni di partenariato tra i due parchi risalgono ad oltre vent’anni ed oggi, dopo la risposta negativa del referendum sulla nascita del parco transfrontaliero tra Ticino e Valle Vigezzo dello scorso 10 giugno, la collaborazione consolidata tra i due enti confermano la possibilità concreta della realizzazione di un grande parco naturale alpino che tuteli i valori naturalistici delle Alpi Lepontine occidentali. Dopo l’incontro istituzionale, i partecipanti di Italia e Svizzera effettueranno una visita guidata al centro storico di Varzo per concludersi con la visita del museo archeologico multimediale di Villa Gentinetta, sede istituzionale delle Aree Protette dell’Ossola che, dal 2009, tutelano anche la preziosa area naturalistica dell’Alta Valle Antrona. Ad unire simbolicamente i due parchi saranno il tulipano alpino (Tulipa australis) e l’Erebia Christi, la “farfalla dei ghiacciai” endemismo mondiale presente in tutto il mondo solo sulle Lepontine. Un fiore e una farfalla che rappresentano i valori naturalistici di un territorio alpino tanto bello, quanto fragile e pertanto da tutelare con estremo rigore.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa