logo1

Non ha pagato il pedaggio dell'A26 per quasi 150 volte, ossolano a processo

Mancati pagamenti tra giugno 2015 e febbraio 2016 per un importo totale di oltre 1200 euro, dovrà risarcire Autostrade per l'Italia. E' stato condannato a 5 mesi e 200 euro di multa
 
 
 
tribunale verbania
 
 
Per quasi 150 volte non ha pagato il pedaggio al casello dell’A26 della Barriera del Lago Maggiore: condannato a 5 mesi e 200 euro di multa per truffa un ossolano, S.T. L’uomo, alla guida di una Twingo, passava indisturbato dal casello senza pagare e per questo è stato registrato da Autostrade per l’Italia. A inizio 2016, però, il sistema informatico del casello ha fatto scattare un sistema di controllo per gli “utenti recidivi” e sulle sue tracce si è messa la Polizia Stradale di Romagnano, che ha fermato l’auto e accertato che fosse proprio l’ossolano al volante. E’ finito quindi a processo per i mancati pagamenti tra giugno 2015 e febbraio 2016, per un importo totale di oltre 1200 euro. La Pm Anna Maria Rossi ha chiesto la condanna a 7 mesi e 200 euro di multa, il giudice Donatella Banci Buonamici ha deciso per 5 mesi e 200 euro di multa. L’uomo dovrà anche risarcire Autostrade per l’Italia che si era costituita parte civile al processo. Fondamentale per la condanna è stata l’identificazione da parte degli uomini della Polstrada: in un caso precedente infatti il giudice aveva assolto l’automobilista moroso perché non c’erano prove che fosse lui alla guida del mezzo che passava dal casello senza pagare. 
 
Maria Elisa Gualandris 
 
Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa