logo1

Omegna investe sul turismo

Il Comune sta mettendo a punto un piano di incentivi a favore di chi realizzerà strutture alberghiere. Ipotizzata la ristrutturazione di un edificio in piazza Mameli

omegna stabile ristrutturare

 

Omegna punta ad attirare privati disposti ad investire in strutture ricettive e turistiche. E l'amministrazione comunale proprio a tal fine sta mettendo a punto un piano di incentivi. In particolare, per chi realizzerà nuove strutture alberghiere, ci sarà un taglio del 50% degli oneri legati ai parcheggi. In termini concreti, per un investimento di media portata, si risparmierebbero diverse decine di migliaia di euro. " A nostro giudizio questa è una ricetta che potrebbe rivelarsi vincente nel riuscire ad attirare gli investitori: fatti concreti, non parole- sottolinea l'assessore al turismo Mattia Corbetta. E qualcosa si è gia mosso, in maniera concreta. In piazza Mameli, nell'edificio delle ex Orsoline, di proprietà della Parrocchia, è in via di realizzazione un ristorante al piano terra con alcune camere ai piani superiori: i lavori dovrebbero concludersi entro la fine dell'estate, probabilmente per agosto.  Mentre Ivo Ferrara e Tiziana Manganelli, già proprietari dell'hotel ristorante Pomodoro, vorrebbero ristrutturare un edificio di loro proprietà, sempre in piazza Mameli, trasformandolo un un albergo con una dozzina di camere, dehors, sala colazioni e forse anche una piccola spa all'ultimo piano. Un progetto di cui si era già discusso in precedenza con le passate amministrazioni ma che, se saranno confermati gli incentivi assicurati dalla giunta Marchioni, potrebbe finalmente trasformarsi in realtà. " Per noi si tratterebbe di un ulteriore sfida, un investimento importante- spiega Ivo Ferrara- ma che con le condizioni prospettateci sarebbe fattibile. Crediamo in una Omegna turistica e questa è la giusta strada".

 

 

Daniele Piovera

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa