logo1

Pronta la delibera con i motivi del ricorso contro l'ospedale nuovo

Il mondo politico locale diviso sulla decisione del Comune di Domodossola di ricorrere al Tar contro l'ospedale nuovo a Ornavasso 

ornavasso

 

L’amministrazione comunale di Domodossola ricorre al TAR contro l’ospedale unico. E’ l’ultima mossa, in ordine di tempo,  del sindaco Lucio Pizzi, che sin dal suo ingresso a palazzo di città non ha mai nascosto il suo ‘no’ al nuovo ospedale, ma soprattutto alla chiusura del ‘San Biagio’.

 

La decisione di ricorrere ha ovviamente scatenato polemiche e attacchi. Un duello che si è sviluppato però solo sul terreno della politica. Centrosinistra contro la decisione di Pizzi, centrodestra a favore dell’azione del sindaco. Sin qui, dunque, il carosello della politica.

Ma tecnicamente, cosa ha spinto Domodossola a ricorrere al Tribunale amministrativo regionale?

Lo dice la delibera della giunta. Sei cartelle di considerazioni e constatazioni tecniche che ruotano sul protocollo d'intesa siglato il 24 novembre 2015 (quindi ancora con l’amministrazione di centrosinistra in carica) tra Regione Piemonte, Comuni di Domodossola, Verbania, Omegna, Ornavasso e Conferenza dei sindaci dell’Asl, per la realizzazione dell’ospedale nuovo.  

La delibera dice che il protocollo è scaduto: ‘’Aveva una validità di 24 mesi dalla sottoscrizione. Ma il 24 novembre 2017 è scaduto senza che sia stato prorogato o modificato e soprattutto attuato’’.  Ma la giunta dice che anche ‘’nessun accordo di programma è stato predisposto dalla Regione e nessun accordo è stato sottoscritto dalle amministrazioni coinvolte’’.

La giunta Pizzi ricorda che nulla è stato attuato su quanto previsto: non c’è la stipula dell’accordo, non la condivisione dello studio di fattibilità, non ci cono le varianti agli strumenti urbanistici, non ci cono le procedure per l’alienazione della aree che oggi ospitano gli ospedali cittadini, non è stato rispettato il crono programma per l’attuazione del protocollo’’.

Questo, almeno, sostengono Pizzi e la sua maggioranza.

 

Renato Balducci 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa