logo1

Obbligo vaccinazioni, tensioni a Omegna

Incontro dai toni accesi a Omegna tra un gruppo di mamme contrarie alle vaccinazioni obbligatore e il Comune

omegna municipio

 

Incontro dai toni decisamente accesi quello che si è svolto in mattinata in municipio ad Omegna. Da una parte il sindaco Paolo Marchioni e l’assessore alle politiche sociali Sabrina Proserpio, dall’altra una delegazione di mamme contrarie alle vaccinazioni dei figli. “ C’era già stata- spiega la Proserpio- una riunione nel mese di novembre. Noi in questo arco di tempo abbiamo semplicemente fatto delle verifiche con il dottor Quaranta dell’Asl e siamo arrivati alla conclusione che non possiamo che applicare le norme esistenti in termini di obblighi di vaccinazioni su scala regionale e nazionale. Il comune, che è responsabile per gli asili nido, dovrà impedire la frequentazione ai bambini non vaccinati dal prossimo 10 marzo: si tratta di quattro casi. Per le materne l’obbligo di far rispettare la legge spetta invece ai dirigenti scolastici, mentre per elementari e medie, che sono scuole dell’obbligo, le famiglie dei ragazzi non vaccinati dovranno pagare una multa: in questo caso non è previsto l’allontanamento”. Agguerrita la delegazione delle mamme, che ha annunciato di volersi appellare alla decisione ed ha anche chiesto al comune di trovare una soluzione educativa alternativa per i bambini non vaccinati. “ Non è nostro compito- ha replicato la Proserpio- : il nostro compito è di far rispettare la legge italiana attualmente in vigore in termini di obblighi dei vaccini. Poi se un giudice o se il futuro nuovo governo dovessero cambiare le carte in tavola noi siamo pronti a tornare indietro, ma in questo momento la situazione è questa e non può essere modificata- ha concluso l’assessore”

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa