logo1

Il Cantante della Solidarietà dona 15 carrozzine al Bambin Gesù di Roma

il Cantante della Solidariet

Ancora una volta protagonista Salvatore Ranieri. Importante il contributo di Avis Stresa in favore del progetto

15 Presidi sanitari donati dal Cantante della Solidarietà. Sono quelli che Salvatore Ranieri, in arte il Cantante della Solidarietà, donerà il prossimo 28 novembre 2018 grazie ai fondi raccolti con “Ricomincio da 20” il cd/dvd uscito lo scorso marzo in occasione dei vent'anni di attività dell’artista. Il Cantante della Solidarietà è impegnato da tempo nel finanziamento di vari progetti sociali attraverso la sua musica e quest’anno ha inteso sostenere l'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, attraverso l'omonima Fondazione. Ad oggi  sono state donate 150 carrozzine in tutta Italia a Case di cura, ospedali e associazioni grazie anche alla partnership dell’Azienda Mediland S.r.l.. La donazione di 15 carrozzine Pediatriche avverrà il 28 novembre, dalle ore 11.30, presso l’Area adiacente il Reparto Neuriabilitazione del Bambino Gesù di Palidoro alla presenza del Prof. Enrico CASTELLI – Responsabile della Struttura Complessa di Neuriabilitazione OPBG, la Dott.ssa Gessica DELLA BELLA – Responsabile di Struttura Semplice Neuriabilitazione OPBG e Cynthia RUSSO – Responsabile Fund Raising e Comunicazione Sociale FBG. Oltre a Salvatore Ranieri, “Il Cantante della Solidarietà” presenzieranno alla donazione una rappresentanza dell’Associazione Onlus: il maestro Francesco Sottili che, unitamente a Mariarosaria Della Martora, è il produttore del progetto “Ricomincio da 20” ed i fratelli Attampato, in arte Clod & Andrew, due bravissimi professionisti che da tempo regalano sorrisi presso le varie Pediatrie Oncologiche. "Siamo soddisfatti del grande riscontro del progetto ‘Ricomincio da 20’ – dichiara Salvatore Ranieri  – nell’anno del nostro primo ventennale. Ringrazio tutte le persone che da tempo seguono il percorso del Cantante della Solidarietà: un ventennio fatto da donazioni, iniziative nelle scuole, coinvolgimento dei giovani nel volontariato, progetti nazionali e supporto a Reparti Pediatrici, Case di Cura, Ospedali e Associazioni, sottolineando sempre che siamo un caso unico in Italia che collega la musica e l’attenzione al sociale". Anche Avis Stresa ha donato un contributo per il progetto. 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa