logo1

La Polizia di Stato ricostruisce una rete di spaccio nel VCO

 

 

Custodia cautelare in carcere per un tunisino di 35 anni residente a Verbania trovato in possesso di 128 grammi di cocaina

Comunicato stampa- Lo scorso 26 giugno la Squadra Mobile della Questura del VCO dava esecuzione all'Ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP di Verbania nei confronti di A.R., cittadino tunisino residente a Verbania, di anni 35. La misura cautelare è stata disposta in occasione della convalida dell'arresto eseguito dagli Agenti della Sezione Antidroga in data 22 giugno u.s. nei confronti dello stesso A.R. In tale occasione, nel corso di un servizio finalizzato a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, a Domodossola, controllavano un veicolo Volkswagen Golf con a bordo due soggetti, entrambi noti per i loro precedenti in materia di stupefacenti. Il controllo veniva esteso anche all'abitazione di A.R. dove, in un primo momento, egli stesso consegnava un contenitore contenente circa 8 grammi di cocaina ma, avendo il sospetto che il tunisino potesse occultare altro materiale illegale, gli operatori continuavano la perquisizione domiciliare e rinvenivano un cofanetto contenente ulteriori 120 grammi di cocaina, oltre a strumenti per la pesatura di precisione per il confezionamento delle singole dosi

Nell'ambito della medesima attività investigativa, svolta dalla Sezione Antidroga per ricostruire la rete di soggetti impegnati nell'attività di spaccio gestita da A.R., il 23 giugno u.s. veniva tratto in arresto un cittadino italiano, classe '65, posto ai domiciliari a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Nel corso di tale controllo, in un primo momento, l'italiano consegnava 0.45 grammi di marijuana ma, a seguito di ulteriori accertamenti, effettuati presso l'Ospedale di Verbania, veniva riscontrato che lo stesso occultava nella zona rettale 4.60 grammi di cocaina e 10.70 grammi di eroina

Gli elementi raccolti dalla Polizia Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Verbania, permettevano di documentare che A.R. gestiva, da tempo, una attività illecita finalizzata a spacciare sostanze stupefacenti nella provincia del VCO

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa