logo1

Aids. Oms lancia nuova campagna in occasione del primo dicembre. Nel Vco 6 nuovi casi

aids logo

Primo dicembre giornata mondiale lotta all'Aids. Nel Vco nel 2016 registrati sei nuovi casi di sieropositività.

“Getting to zero: Arrivare allo zero, zero nuove infezioni, zero discriminazioni, zero morti Aids-correlate”.

Questo è lo slogan coniato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per il lustro 2016-2030.

Nel mondo ci sono quasi 36 milioni di persone Hiv positive; nel 2015 2 milioni sono i nuovi contagi e 1 milione le morti Aids-correlate.

Il mondo si è impegnato in questi ultimi anni a fermare la diffusione dell’Aids/HIV, facendo prevenzione prima di tutto. Secondo le statistiche i giovani continuano ad essere vulnerabili all’infezione da HIV, soprattutto le giovani dell’Africa Sub-Sahariana; dai dati risulta inoltre che gli adolescenti sono a più alto rischio di infezione attraverso la trasmissione sessuale.

Ci sono purtroppo ancora molte informazioni errate, confuse e fantasiose, diffuse fra i giovani. È come se di fronte all’Aids, i giovani vedessero il problema molto lontano da loro, invece sono proprio loro i più colpiti e da qualche anno sono cambiate le modalità di infezione: sono diminuiti i tossicodipendenti sieropositivi e sono aumentati i casi attribuibili a trasmissione sessuale, sia etero sia omosessuale.

Purtroppo si trascura la prevenzione, si ignora il test e si dimenticano quelle precauzioni - primo fra tutti il preservativo - che potrebbero diminuire il rischio di diffusione dell'infezione. Bisogna abbattere il muro di silenzio sorto in questi anni intorno a una malattia che mette a rischio soprattutto i giovani e fare più informazione. L'importanza di un’informazione puntuale e mirata sui comportamenti a rischio e sulle possibilità di difendersi dall’HIV, a partire dai rapporti protetti, può essere la 'chiave' per contrastare davvero la diffusione di questo virus, mettendo a conoscenza dei rischi e ricordando che proprio la disinformazione e l’emarginazione aumentano la diffusione dell’Aids.

Contorno Viola e Asl VCO da oltre 15 anni sono in prima linea per la lotta contro l’Aids, promuovendo percorsi di formazione e informazione in tutte le scuole superiori della provincia, avvalendosi della tecnica della peer&media education e raggiungendo migliaia di studenti: i giovani sono così protagonisti attivi della prevenzione e della promozione della salute.

Il territorio del VCO registra nel 2016 6 nuovi casi di sieropositività, tutti maschi, con una media di età di 45 anni, a testimonianza del fatto che l’infezione sta progredendo per la fascia adulta e non per quella adolescenziale.

Per quanto riguarda le infezioni sessualmente trasmissibili (IST) i dati più aggiornati registrano 25 nuove e prime diagnosi nel nostro territorio; oltre l’80% degli utenti dichiara di non usare regolarmente il condom, unico metodo di profilassi per evitare la trasmissione dell’HIV e delle altre infezioni sessualmente trasmissibili.

Presso l’Ambulatorio di Malattie Infettive dell’Ospedale Castelli di Verbania dell’Asl VCO è possibile rivolgersi per un test Hiv gratuito e anonimo e per ricevere informazioni sul virus HIV e sulle altre infezioni sessualmente trasmissibili; l’ambulatorio è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 10.00 (tel. 0323.541329).

La maggior parte delle MST diagnosticate presso il centro sono rappresentate da uretriti batteriche (Clamidia), infezioni erpetiche, vaginosi batteriche. Sono state anche diagnosticate due infezioni da Gonococco.

Ricordiamoci che il test anti HIV è l’unico strumento per sapere se si è stati contagiati: fare il test significa smettere di rischiare e rispettare se stessi e il proprio partner! 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa