logo1

Federciclismo al voto, Rabaini in corsa per il Tribunale Federale…

Domenica si sceglie il presidente nazionale della Federciclismo dopo la conclusione dell’era Di Rocco: Dagnoni, Isetti, Martinello e Perego i candidati alla presidenza, anche l’avvocato verbanese Patrich Rabaini corre come componente del Tribunale Federale 1^Sezione…

Giornata di grande importanza per la Federciclismo, domenica 21 febbraio all’Hilton Rome Airport di Roma si eleggerà il nuovo presidente ed il consiglio federale per il quadriennio olimpico 2021/2024. Per la massima poltrona federale, dopo la non candidatura di Renato Di Rocco, presidente da 4 mandati, concorrono in 4: Daniela Isetti, già vice presidente dello stesso Di Rocco, da anni ricopre posizioni dirigenziali in Federazione, sarebbe la prima donna a dirigere la Federciclismo. Silvio Martinello, più volte campione del mondo e campione olimpico in pista, non per essere stato in anni recenti un valente commentatore TV e primo ad aver avanzato la sua candidatura, Cordiano Dagnoni, presidente del Comitato Regionale Lombardia sino al termine del quadriennio 2018/2021, uomo di ciclismo e Fabio Perego, dirigente del medesimo comitato lombardo. Tra i candidati consiglieri in rappresentanza degli affiliati c’è l’ex presidente del Comitato Regionale Piemonte Gianni Vietri, una candidatura arriva anche dal Vco, con l’Avvocato Patrich Rabaini, attuale assessore allo sport a Verbania ma da anni impegnato nel ciclismo, il cui nome ricorre nelle liste dei candidati componenti della Prima Sezione del Tribunale federale.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

Pubblicità-sport

loghi sport

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa