logo1

Paffoni, campioni d'Italia

Basket. La Paffoni Omegna si è aggiudicata per la seconda volta consecutiva (la terza, in totale) la Coppa Italia di Serie B.

 

basket1.jpg

 

La Paffoni cala il tris. Terza Coppa Italia della storia per Omegna, che colora di rossoverde il PalaSavelli di Porto San Giorgio. Una tre giorni entusiasmante per i ragazzi di Ghizzinardi, che compiono un'impresa mai riuscita a nessuno, con due trofei consecutivi in bacheca. La festa è completata con il premio di mvp della final eight ad Alessandro Grande e di migliore giovane a Guido Scali. Avvio favorevole alla Paffoni, che dai blocchi esce decisamente meglio rispetto agli avversari. Dopo 3’ Omega guida 6-0, con i soliti Balanzoni ed Arrigoni sugli scudi. Cesena si iscrive al match con Battisti che colpisce dall’arco, ma un gioco da tre punti di Balanzoni consente ai lupi di guidare. Dalla panca Raschi cambia l’inerzia e i Tigers piazzano u 6-0 che consente loro di andare avanti sul 14-11. Nella final eigth però irrompe Giuliano Samoggia, che segna a ripetizione. Cesena guida al primo riposo per un clamoroso errore arbitrale, con la tripla di De Fabritiis data buona quando il tempo era scaduto da almeno due secondi. LA Paffoni trasforma la rabbia in energia positiva, anche perché il suo numero 12 delizia: due dardi frontali ed il comando delle operazioni passa tutto nelle mani dei rossoverdi. Cesena rimane aggrappata al match solamente grazie ai liberi( 18 a 2 il computo all’intervallo), ma Arrigoni, Scali e Grande scavano il primo vero solco tra le due squadre: al 20’ il punteggio è di 41-30 per la Paffoni. Terzo quarto con un Grande da enciclopedia della pallacanestro: due triple per il play romano, assist ed arresto e tiro per una Fulgor che allunga le mani sul match, schizzando sul più 20, 50-30. I Tigers ci provano affidandosi al tiro dall’arco di Battisti, Raschi e Ferraro ed arrivando fino al meno 14., ma D’Alessandro rimette le cose a posto per il 60-44 del 30’. Ultimo quarto con la Paffoni che azzanna la preda: Omegna ne ha di più e, a suggello di una tre giorni di pallacanestro sublime, firma l’impresa. Il bis è servito e può scattare a festa. Giusta, sacrosanta, meritata.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

Pubblicità-sport

loghi sport

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa