logo1

Regione: esaminati ed approvati numerosi documenti

torino consiglio regionale targa

Comunicato Stampa - Nella seduta del 30 novembre il Consiglio regionale ha approvato quattordici ordini del giorno su diverse tematiche. Si tratta dell’esame e della votazione di oltre una ventina di documenti d’indirizzo collegati alla legge di “Assestamento del bilancio di previsione finanziario 2016 - 2018 e disposizioni finanziarie” approvata ieri dall’Assemblea.

Tra questi il primo ad essere approvato all’unanimità è una mozione realizzata con il contributo della Commissione speciale di indagine per la promozione della cultura della legalità e il contrasto dei fenomeni mafiosi, che è volta ad impegnare la Giunta regionale a elaborare un piano strategico per il riuso dei beni confiscati alla criminalità organizzata all’interno del Piano operativo regionale 2014-2020.

Sempre all’unanimità, sono stati approvati gli ordini del giorno, presentati dagli esponenti del gruppo consiliare M5S per: dedicare una parte del fondo per l’acquisto di mezzi pubblici alla acquisizione di autobus elettrici ed innovativi; finanziare l’acquisto di kit specifici per consentire il regolare trasporto sui treni regionali delle biciclette pieghevoli; garantire le risorse per l’assistenza domiciliare; i fondi necessari per prevenire i disturbi del comportamento alimentare.

Perseguire una azione politica tesa a coinvolgere le amministrazioni locali per l’integrazione operativa tra le aziende esercenti il trasporto pubblico locale che, laddove è possibile, perseguano l’integrazione societaria, è l’impegno richiesto all’Esecutivo di piazza Castello dal documento approvato all’unanimità e presentato dal gruppo M5S.

Sempre all’unanimità e sempre proveniente dal gruppo M5S è l’ordine del giorno volto a garantire il fondo per l’accesso al credito da parte dell’imprenditoria femminile.

Presentati dal gruppo FI, due documenti approvati all’unanimità: il primo, compatibilmente con le disponibilità di bilancio, per il finanziamento della legge generale in materia di opere e lavori pubblici e, il secondo, sempre compatibilmente con le disponibilità di bilancio, per il potenziamento e la manutenzione degli impianti di innevamento e di risalita.

Approvati unanimemente anche altri quattro documenti presentati dal gruppo M5S per: promuovere il marchio “made in Piemonte” e revocare i contributi alle aziende che delocalizzano; gli interventi di prevenzione idrogeologica particolarmente volti alla sicurezza; il sostegno alla locazione e la riduzione degli sfratti; maggior controllo sui gestori del servizio ferroviario con la rendicontazione obbligatoria delle entrate.

Infine, con primo firmatario un esponente del gruppo Pd, è passato all’unanimità un documento per l’integrazione dei sistemi bibliotecari in un unico sovrasistema nell’aerea metropolitana di Torino.

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa