logo1

Approvato piano decolli Malpensa, ma senza il Piemonte

Il Piemonte non dà il suo ok al piano decolli di Malpensa. L'allarme è stato lanciato dal Covest

malpensa

 

Il piano dei decolli dall’aeroporto di Malpensa è stato approvato, ma senza l’ok del Piemonte. A lanciare l’allarme è il Covest attraverso la sua presidente Elena Strohmenger: <La Commissione aeroportuale di Malpensa nei giorni scorsi ha approvato lo “scenario ottimale” propedeutico per la zonizzazione acustica aeroportuale. Il piano però è passato senza i voti degli esponenti piemontesi. Erano presenti, ammessi solo come uditori senza diritto di voto, i comuni di Oleggio, Pombia e Varallo Pombia, l’Arpa di Novara e la Regione Piemonte. Grande assente, invece, la Provincia di Novara. L’ingegner Baudino, funzionario del Piemonte, ha ribadito che la Regione ha pienamente diritto a partecipare anche con diritto di voto, mentre l’opinione del direttore aeroportuale Bitto è negativa. Dopo tante discussioni e scontri nei 20 anni e con l’appoggio di vari pareri ministeriali, gli enti piemontesi erano stati prima ammessi e poi ridotti nuovamente a uditori senza diritto di voto, la loro presenza era ‘sopportata’. Il tutto negando il fatto che sul territorio piemontese ricadono oltre il 50 % dei decolli con marcato inquinamento acustico e atmosferico>. Nel 2018 cade il ventennale dall’apertura di Malpensa 2000, di battaglie ambientaliste nei due decenni se ne sono combattute diverse. Aggiunge la Strohmenger:<Negli ultimi due anni, in piena definizione degli scenari di decollo, l’assenza della maggior parte degli enti piemontesi, in particolar modo della Provincia di Novara e di alcuni comuni ha dato libero spazio alla Commissione di arrivare alla definizione dello ‘scenario ottimale’ senza ostacoli da ovest Ticino. Nel frattempo c’è stato un susseguirsi di incontri dei Comuni lombardi con Sea, Enac, Enav e Arpa di Varese per affinare aspetti e procedure finalizzati a tutelare ognuno il proprio territorio: denominate di volta in volta “Commissione ambientale o Riunione ristretta”, gli incontri, mai resi pubblici, hanno portato a prese di posizione codificate anche con delibere dei consigli comunali destinate a incidere pesantemente sul territorio piemontese. Il Piemonte in quelle occasioni dov’era ?> si chiede la presidente del Covest, che conclude:<Esiste un Coordinamento degli enti locali novaresi sul tema Malpensa che non viene convocato da oltre un anno>.  

 

Franco Filipetto

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa