logo1

Marchioni firma ordinanza contro l'accattonaggio

Vietata la questua a Omegna. Nuova ordinanza del sindaco Marchioni dopo quella anti bivacco

omegna aerea

 

 

Dopo l’ordinanza anti bivacco, che tanto ha fatto discutere, altra ordinanza destinata a lasciare il segno da parte dell’amministrazione omegnese. E’ infatti on line, sull’albo pretorio, il provvedimento che vieta l’accattonaggio e la richiesta di donazioni in denaro anche al fine di segnalare e agevolare le manovre di parcheggio in lungolago Buozzi ed in particolare di fronte all’ospedale Madonna del Popolo. Non solo: il divieto vale anche all’esterno di supermercati ed esercizi commerciali, dove alcune persone con insistenza chiedono denaro o si offrono di ricollocare i carrelli della spesa presso le apposite strutture di stoccaggio  al fine di recuperare e trattenere la moneta contenuta.  Chi esercita abusivamente l’attività di parcheggiatore o guardiamacchine, in base al decreto Minniti, è punito con una sanzione amministrativa pecuniaria che varia da un minimo di 1000 ad un massimo di 3500 euro. Mentre per i questuanti all’esterno dei supermercati, l’ordinanza comunale prevede multe che variano da un minimo di 25 euro ad un massimo di 250.  La polizia locale e le forze di polizia che accerteranno eventuali casi di accattonaggio sono tenute alla segnalazione del soggetto sanzionato alla Prefettura del Vco quando ricorrono le condizioni di presunto riconoscimento della protezione internazionale ai fini delle valutazioni di competenza. “ Un altro provvedimento per avere una città più sicura ed ordinata. Chi ha regolare licenza commerciale può vendere, ma basta a parcheggiatori abusivi e continue richieste di aiuto fatte soprattutto a persone anziane- le parole del sindaco Marchioni".

 

 

Daniele Piovera

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa