logo1

Poste, a Domo la riunione del tavolo istituzionale

Enti locali soddisfatti per la sentenza con cui il Tar ha bocciato il piano di riorganizzazione di Poste. Sabato scorso un incontro a Domo

omo tavolo poste

 

Comuni, Provincia e Regione concordi nel definire positiva la sentenza con cui il Tar ha annullato il piano di riorganizzazione delle Poste nel Vco. Sabato mattina a Domodossola si è riunito il tavolo Istituzionale presieduto dalla presidente della Provincia del Vco, Stefano Costa. Un momento di raffronto per le istituzioni che a turno hanno sottolineato come il “lavoro di squadra” (messo a segno nei mesi passati) abbia dato esito positivo. Presenti Enrico Borghi e Aldo Reschigna, pochi i sindaci per precedenti impegni, l’incontro è servito alle parti come confronto sulla situazione del comparto poste nel Verbano Cusio Ossola. Al tavolo domese erano presenti i rappresentanti sindacali che, al pari degli amministratori, si sono battuti per la salvaguardia degli uffici postali del territorio. Cgil Cisl Uil hanno concordato sull’importanza della sentenza con cui la magistratura amministrativa ha costretto Poste Italiane a rivedere i suoi piani. Dai rappresentanti dei lavoratori è arrivato anche qualche timore rispetto a come il servizio postale sarà organizzato alla luce della sentenza Tar a Macugnaga, Antrona, Premeno, Bee, Cossogno e Miazzina.

 

Liana Righi della Spl Cisl di Verbania ha sottolineato : “ Ad oggi abbiamo una carenza di operatori di sportello e monoperatori che si attesta attorno al 20%.”. Dal mondo sindacale si guarda con attenzione alle scelte che il nuovo Ad di Poste Italiane ha detto di voler fare per il 2018. “ Siamo fiduciosi – aggiunge ancora Righi – perché a livello nazionale l’azienda sta procedendo con un annullo totale dei vertici che hanno portato a questa dismissione di servizio “. Primissimi segnali dell’inversione di rotta tanto auspicata dal sindacato già si vede sul territorio provinciale. “ Per effetto di un’intesa siglata inizio agosto vi sarà un potenziamento dei centri di recapito di Domodossola e Intra. Omegna verrà potenziato a seconda dei flussi. E’ la prima volta dopo anni che Poste potenzia invece di dismettere posti di lavoro “.

Più critico invece il giudizio nei confronti dei vertici regionali e provinciali di Poste.” In Piemonte – conclude Righi – nulla è cambiato. Per questo Spl Cisl e Slc Cgil hanno reiterato lo sciopero delle prestazioni straordinarie dal 5 al 29 settembre".  

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa