logo1

Stresa, approvato nuovo regolamento di Polizia urbana

Dopo un lungo iter burocratico, Stresa ha approvato ieri sera il nuovo regolamento per la Polizia Locale. Astenute Severino e Sala, contrario Macrì Del Giudice

stresa cons com

 

Nuovo regolamento di polizia urbana per Stresa. È stato approvato, dopo una lunghissima gestazione, nel corso del consiglio comunale di ieri sera. Favorevole la maggioranza, astenute Marcella Severino e Stefania Sala di “Progetto Comune” e contrario Alfredo Macrì Del Giudice di “Uniti per Stresa”. La volontà di cambiare il regolamento era già presente ai tempi della precedente amministrazione, ma soltanto a distanza di 3 anni si è arrivati ad una complicata approvazione. “Abbiamo cercato di coinvolgere il più possibile le minoranze – spiega Carlo Falciola, vicesindaco di Stresa –, avendo convocato ben 2 riunioni dei capigruppo per chiedere se ci fossero delle osservazioni da presentare. Né Severino né Macrì hanno mai partecipato, quindi è giunto il momento di approvare finalmente il nuovo regolamento”. Non troppo favorevoli, comunque, i gruppi di minoranza. “Alle riunioni dei capigruppo avrei voluto partecipare, ma in entrambi i casi ho avuto problemi – spiega Severino –. Il regolamento mi appare lungo e complicato. È pieno di ripetizioni e non è di facile applicazione. Viene richiesto uno sforzo non indifferente alla polizia locale per farlo rispettare. Spero solo che le normative più importanti non vengano trasgredite”. Il regolamento prevede un articolo sull’accattonaggio molesto, proprio come era stato richiesto da Severino nel corso dell’ultimo consiglio comunale. “Abbiamo provato a creare un regolamento agile – dice Falciola –, basandoci in primo luogo sulle normative dettate direttamente dalla regione. Inoltre, abbiamo studiato anche i regolamenti di alcune realtà del nostro territorio, come Verbania ed Arona, per trovare delle soluzioni utili anche per Stresa”. Nel corso dell’assemblea si è anche parlato della Fondazione Palazzola, comprendente l’assessorato alla cultura e al turismo della regione Piemonte, alcuni enti fondatori e il comune di Stresa. Il prossimo 9 ottobre il sindaco Giuseppe Bottini parteciperà in regione ad un incontro dove si parlerà del futuro della Fondazione, visto che si sono verificati più problemi di gestione dell’immobile negli ultimi mesi. Infine, l’amministrazione ha provveduto a rescindere il contratto con la società che gestiva le piscine comunali per problemi di carattere finanziario. 

 

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa