logo1

A Bognanco il consiglio sulla mozione di sfiducia sarà il 22 febbraio

bognanco municipio

Il sindaco spiega il motivo della convocazione tardiva. La minoranza: 'Continueremo a chiedere chiarimenti'

L'altro ieri il comunicato della minoranza di Bognanco che aveva interpellato il Prefetto sulla mancata convocazione del consiglio comunale con oggetto la mozione di sfiducia. Oggi il sindaco Remigio Mancini comunica che sarà il 22 febbraio alle 17,00. <La suddetta convocazione – spiega - era già da tempo programmata per la scorsa settimana se non fosse stata segnalata, dalla minoranza, l'indisponibilità ad essere al completo, per l' assenza di due loro consiglieri, nelle giornate del 13 e 14 febbraio>. Spiega di non aver voluto ignorare tale segnalazione per riguardo nei loro confronti e rispetto delle istutuzioni e ancora che il segretario, essendo impegnato in più sedi, è disponibile per Bognanco solo un giorno alla settimana; da qui l'impossibilità di rispettare i tempi previsti per la discussione della mozione di sfiducia. <Abbiamo voluto essere corretti, nostro malgrado, anche con chi ha alzato eccessivamente i toni con una polemica, alla quale non intendiamo partecipare> conclude Mancini.

Arrivata anche la risposta della minoranza di Bognanco Futura: <Avendo informato di tale ritardo la Prefettura, non ci arrenderemo e continueremo a chiedere chiarimenti in tal senso, anche se ciò dovrà voler dire contattare il Difensore Civico Regionale o il ministero> scrivono. Sulla loro assenza dicono: < Con un mese di tempo per la convocazionee la nostra massima disponibilità a qualunque data tranne il 13 febbraio, ci pare poco credibile essere accusati>.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa