logo1

Mele Miele a Baceno

Stamattina il via alla 28esima edizione della sagra Miele Mele, esposizione dei prodotti tipici ossolani, dall'enogastronomia all'artigianato

 

baceno melemiele

 
Aperta questa mattina la 28esima edizione della sagra Miele Mele a Baceno, un evento che ormai fa parte della tradizione del paese e che si concluderà già domani. Tanti gli espositori che sono stati ospitati dall'Istituto Comprensivo Innocenzi IX, che hanno colorato gli esterni, i corridoi e la palestra della scuola. In prima linea le esposizioni di mele e miele, tipici ossolani, ma l'evento ha voluto abbracciare tutti i prodotti locali, dai formaggi ai vini, fino ad includere anche l'artigianato e gli hobbisti. Ogni anno viene scelto un tema da trattare e quest'anno la sagra Miele Mele ha voluto affrontare il problema del cambiamento climataco e del futuro della montagna. Presentato all'inaugurazione, il tema dell'evento che verrà approfondito nei prossimi incontri. << Saranno due giorni intensi - ha spiegato Stefano Costa, sindaco di baceno - in primo piano il risultato enogastronomico di una stagione intensa per quanto riguarda i prodotti locali e poi sarà centrale il tema del cambiamento climatico>>.  
Dopo le parole del sindaco, anche Bruno Stefanetti, presidente di Unione Montana Alta Ossola ha sottolineato l'importanza di difedere e valorizzare le località montane e anche i ragazzi della scuola primaria di Baceno hanno arricchito l'appuntamento esibendosi in alcuni sketch, con lo scopo di trasmettere messaggio importante: è indispensabile adottare alcuni semplici atteggiamenti che però significano tanto per la salvaguardia della natura e il rispetto diventa quindi la parola chiave per salvare il nostro pianeta. Evidenziate dalla creatività dei ragazzi anche le grandi differenze tra la loro generazione e quella dei nonni, che non conoscevano la pratica dello sperco.
Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa