logo1

Arona: presentato il progetto educativo contro lo spreco di cibo all’Istituto Giovanni XXIII

arona dallalto

Di fronte a un folto pubblico di genitori la prof. Gabriella Rech, il dirigente scolastico del Istituto comprensivo Giovanni XXIII, ha presentato un progetto didattico che coinvolgerà gli alunni della scuola primaria e secondaria sul tema degli sprechi alimentari e della gestione attenta delle risorse del pianeta.

A completamento del progetto didattico, nel corso del prossimo mese verranno distribuite gratuitamente a tutti gli alunni le “Good Food Bag”; dei contenitori ideati e realizzati da Legambiente per il trasporto di cibo non consumato a scuola. Questa iniziativa consente di far riflettere sugli stili di vita virtuosi che devono essere adottati per mitigare e limitare gli sprechi e l’impatto sull’ambiente. Alcuni alunni, coordinati dal Prof. Mauro Fossati hanno poi messo in scena una rappresentazione mimica di alcune situazioni quotidiane dove il cibo viene buttato, (pranzi in famiglia, feste di compleanno, cene al ristorante etc.) dimostrando che questo comportamento è molto abituale e non vengono tenute in considerazione le conseguenze negative. Ha fatto seguito un intervento sul tema del consumo consapevole tenuto dal Dott. Enrico Nada, responsabile della politiche sociali e relazioni esterne di Novacoop, che nell’ambito del programma “Adotta una scuola” è impegnata a sostenere diverse iniziative nelle scuole pubbliche del Piemonte, tra cui questo progetto. Sono intervenuti anche l’assessore Marina Grassani che ha sottolineato il patrocinio e il sostegno del Comune di Arona a questo progetto e Massimiliano Caligara, in rappresentanza di Legambiente e della Rete NondisoloPane, il quale dopo aver ricordato che mediamente una famiglia, in un anno butta circa 11 kg di cibo ha illustrato le caratteristiche e le modalità di utilizzo del contenitore per il trasporto del cibo a casa.

Al termine i soci del presidio Coop di Arona hanno offerto un “apericiclo” con degustazione di prodotti di stagione della cucina povera del territorio. La prof. Gabriella Rech ha dichiarato: “Ringrazio Legambiente e Coop per averci proposto e

sostenuto in questo importante progetto educativo, finalizzato alla sensibilizzazione verso il problema dello spreco di cibo. Il materiale didattico disponibile per i docenti è molto ampio e valido e la raccolta di informazioni scientifiche e le bibliografie informative di base sui diversi temi ambientali, prodotti da Legambiente, sono delle risorse molto utili che ci consentiranno di impostare anche altri progetti educativi, ottimizzando così il nostro lavoro”. “Abbiamo importato questo progetto di Legambiente che è stato realizzato per le scuole di Milano in occasione di Expo. Grazie a Coop, alle associazioni della Rete Nondisolopane e alla disponibilità

del dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII siamo riusciti a replicarlo, naturalmente aggiornandolo e adattandolo alle specificità del nostro territorio” ha dichiarato Massimiliano Caligara. “Questa collaborazione tra associazioni ed entità diverse, che siamo riusciti ad attivare, è un modello molto efficace che pensiamo di sviluppare ulteriormente nel prossimo futuro, per riuscire a gestire – grazie a queste sinergie - anche nella nostra zona importanti progetti nazionali e internazionali nell’ambito della tutela ambientale e della solidarietà”.

Comunicato Stampa

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa