logo1

Vigili del fuoco, sicurezza sui laghi: poca considerazione e scarsi mezzi

 

La denuncia arriva dalle organizzazioni sindacali che chiedono un incontro per cercare soluzioni concrete

 

lago maggiore

Sicurezza sui nostri laghi: mancato coinvolgimento dei Vigili del Fuoco del Comando del VCO nella partecipazione attiva al soccorso tecnico urgente nonostante la presenza di personale specializzato e la carenza di mezzi a disposizione. La denuncia arriva attraverso un documento unitario delle sigle sindacali del comando Vigili del Fuoco che, all’indomani della conferenza stampa sul ritorno della Guardia Costiera sul Lago Maggiore per il periodo estivo, parlano di poca considerazione verso il loro personale da parte delle autorità alle quali è indirizzato il documento: il prefetto del Vco, i vertici dei Vigili del fuoco regionali e locali, il governatore Chiamparino e il suo vice Reschigna, il presidente del Vco Costa e ancora, per conoscenza, l’onorevole Borghi e i primi cittadini dei comuni rivieraschi.

Nel documento si parla di personale in dotazione che se in possesso di mezzi antincendio e nautici può garantire un livello di sicurezza elevato e tempestivo rispetto a quello attuale che si presenta deficitario ed irto di criticità.

Poi il problema della manutenzione e della scarsità dei mezzi: <Ad oggi la risposta in caso di incendio di natanti pubblici o privati adibiti al trasporto di persone e autoveicoli e sulle isole Borromee, non risulterebbe efficace in quanto siamo sprovvisti di idonea imbarcazione antincendio> scrivono i sindacati e spiegano che al momento vi e’ in servizio un solo gommone senza attrezzature antincendio mentre l’imbarcazione RIB 021 proveniente dal Comando di Pisa è fuori servizio dal 2016 con i lavori di riparazione iniziati in questi giorni ma di cui non si conosce la data di ultimazione. Una imbarcazione per altro non idonea come mezzo antincendio. Per cui attualmente sul Lago Maggiore non esiste un’ imbarcazione con idonee caratteristiche, operativa tutto l’anno, nonostante il Verbano sia a livello nazionale il primo per transiti.

La stessa problematica e’ presente sul Lago d’Orta. I mezzi nautici fuori servizio superano di gran lunga il 50% di quelli in forza al comando.

Le organizzazioni sindacali chiedono un incontro con i destinatari del documento per conoscere e rendere concrete soluzioni ed iniziative per risolvere le criticità. 

Pin It

GUARDA LA TV LIVE (2)

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa