logo1

Avviato uno studio per il restauro del San Carlone di Arona

Oggi sopralluogo tecnico, serviranno circa un milione e mezzo di euro. Nuovo percorso a pannelli all'ingresso del parco ai piedi del colosso

 

arona san carlone

E’ stato avviato uno studio per la manutenzione della statua di San Carlo Borromeo innalzata nel 1698 sull’omonimo colle di Arona. Stamani una commissione ha effettuato un sopralluogo dentro e fuori il Colosso. E’ intervenuto un ingegnere lussemburghese specializzato nella trattazione del rame. Si tratta di Jean Marie Welter, era accompagnato da Sara Goidanich, ingegnere chimico del Politecnico di Milano. Li accompagnavano Gian Luca Erba della Biblioteca Ambrosiana che gestisce la statua, l’ingegner Antonio Torelli e l’architetto Mario Ziggiotto, entrambi di Arona. <La Biblioteca Ambrosiana ha valutato un intervento di manutenzione dell’intera statua, per questo è stato avviato lo studio. Abbiamo coinvolto l’ingegner Welter che è un luminare nel campo delle lastre di rame, ha operato in ricerche scientifiche e interventi in diversi stati europei, anche in Germania> ha affermato Erba. Welter  spiega: <Sono venuto a settembre per un tour in Italia e ho fatto tappa ad Arona. Mi sono soffermato a lungo sulla statua di San Carlo Borromeo, già allora, osservando attentamente la struttura,  ho notato che ferro e rame ben si coniugano associati. Solitamente, invece, creano un processo chimico che porta il rame ad ossidarsi più facilmente e il ferro ad arrugginire e corrodersi.  La valutazione odierna è finalizzata allo studio che dobbiamo intraprendere prima di dare avvio alle opere di restauro>.  La dottoressa Goidanich al Politecnico di Milano si occupa degli effetti chimici tra vari elementi, per questo è stata coinvolta nel progetto:<Ho fatto altre analisi per quanto riguarda i metalli, rame e ferro in particolare. L’ingegner Welter oltre che un profondo conoscitore della materia è un grande appassionato. Ha già coinvolto altri in questa iniziativa ed avrebbe già individuato uno sponsor parziale del costo dei lavori>.  Le opere sono molto onerose:<Abbiamo ipotizzato un costo di circa un milione e mezzo di euro – dice il geometra Erba-. Oltre a fondi della biblioteca Ambrosiana dobbiamo sicuramente trovare degli sponsor.  L’avvio dei lavori non è così urgente, però non possiamo attendere troppo. Per favorire la presenza di turisti e appassionati abbiamo avviato un percorso con 10 pannelli posizionati all’interno del parco che sta ai piedi del colosso. Si narra la storia di San Carlo e della statua bronzea>. Il progetto della Veneranda Biblioteca Ambrosiana ha visto la realizzazione dei pannelli della misura di 120 x 100 cm. I testi, elaborati da monsignor Marco Navoni della Veneranda Biblioteca Ambrosiana, sono stati tradotti in più lingue. Le immagini che illustrano alcuni momenti salienti della vita del Santo sono riproduzioni dei "Quadroni di San Carlo" e sono state gentilmente concesse dalla Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano che custodisce gli originali.  

 

di Franco Filipetto

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa