logo1

Lesa : ad Agostino Visconti il premio " L'Ago Maggiore"

Belgirate premio lagomaggiore

Pubblico delle grandi occasioni ieri a Lesa per la consegna del premio "L'Ago Maggiore" ad Agostino Visconti.

 

E’ stato consegnato ad Agostino Visconti, sessantottenne lesiano, il premio <L’ago maggiore> riconoscimento che ogni anno viene assegnato ad un personaggio che risiede nel comune di Lesa e che si sia distinto per opere o iniziative a favore della comunità.   

 

Il premio consiste in un  ago d’oro incastonato in una targa che simbolicamente rappresenta la capacità di unire le persone, “cucendo” rapporti positivi fra di esse e viene assegnato annualmente dalla Giunta Comunale a cittadini o ad associazioni che abbiano svolto attività a favore di Lesa e dei suoi abitanti. Per il 2016 è stato assegnato ad Agostino Visconti, con la seguente motivazione:

 “Per la continua e attiva operosità dimostrata verso la comunità, sia in aiuto alle associazioni in campo sportivo giovanile, sia in aiuto alla parrocchia di Villa Lesa, come animatore e componente del Consiglio Pastorale, sia come cultore e ricercatore di documentazioni storiche, fotografiche e culturali sulla vita sociale del comune, fino ad essere coautore ed ispiratore di pubblicazioni sulla storia di Lesa.

Negli anni Settanta è stato fra i promotori della Polisportiva di Lesa, attualmente è il presidente dello Sci Club Lesa 77, del quale è stato fondatore con un gruppo di amici, ed è socio attivo della Canottieri di Lesa.                                                                   Da sempre fervido sostenitore dello sport giovanile, si è speso negli anni per avvicinare i giovani ad un sano agonismo sportivo, seguendoli negli allenamenti, accompagnandoli nelle gare domenicali e condividendone i risultati, buoni o meno buoni che fossero. Esempio entusiasta di una corretta concezione della competizione nello sport nel pieno rispetto degli avversari.”  La targa con l’ago d’oro gli è stata consegnata dal sindaco Roberto Grignoli davanti ad un folto pubblico che ha gremito la sala della Società Operaia di Lesa. In precedenza è stato fatto il punto dalla Cri di Arona-Lesa dei defibrillatori installati nel territorio.  Un riconoscimento alla memoria è stato assegnato anche a Nino Bertoli per i suoi trascorsi nello sport, a ritirarlo è intervenuto il nipote. 

Franco Filipetto

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa