logo1

Le pagelle del volley 2018/2019

volley pallaLe pagelle della stagione pallavolistica dalla A ai regionali per tutte le nostre formazioni impegnate nei tornei federali, voti anche ad alcuni personaggi che si sono distinti in una annata positiva per il mondo del sottorete nonostante qualche retrocessione…

Sono terminati i tornei di volley ed è possibile stilare un pagellino di fine anno pallavolistico delle nostre formazioni che hanno giocato a livello professionistico ma anche quelle di Serie C e di Serie D in attesa che finiscano anche i play off di Serie B1 e B2 che vedono impegnate Veronica Minati e Palzola Pavic Romagnano (ad ora VOTO 9, poi si vedrà).

Igor Gorgonzola Novara: stagione memorabile per una squadra che arriva in finale in tutti gli eventi disputati; Supercoppa, Coppa Italia, Campionato e Champions League, sempre contro l’altrettanto forte Conegliano. Coppa Italia e Champions sono due perle che rendono a questo gruppo l’eterna memoria degli appassionati. VOTO 10

Paola Cardullo: va a Filottrano per centrare la salvezza e la ottiene dimostrando che l’età avanza ma la classe resta, continuerà da secondo libero a Scandicci… VOTO 10

Alessia Ghilardi: a 40 anni va a Caserta, cambia anche ruolo e conquista la terza promozione in A1 in sei anni, mica male: ‘io sono leggenda’. VOTO 10

Silvia Agostino: ormai è un libero di altissimo livello che ha portato a termine l’ennesima annata positiva tanto da meritarsi una sacrosanta riconferma, peccato per il mancato successo in Coppa Italia, ci piacerebbe vederla in A1: VOTO 9

Alessandro Beltrami: a Montecchio Maggiore deve conquistare la salvezza che arriva largamente in anticipo, bene anche per la conferma già ottenuta. VOTO 8

Stefano Lavarini: eroe dei tre mondi; vince tutto in Brasile con il Minas (Campionato statale, Copa Brasil, Champions sudamericana e campionato nazionale, va a fare il CT della Corea del Sud, torna in Italia a Busto: Sudamerica, Asia, Europa. VOTO 10

Natalia Viganò: protagonista in B1 con Ospitaletto, non arriva ai play off ma è sempre la ‘Nati’ …VOTO 7

Sara Paris: a metà classifica con Ostiano prima di dire stop, giudizio alla stagione e non alla carriera… VOTO 7

Pavic Romagnano: ai play off con la B2, sale con la D maschile, peccato la retrocessione della B femminile, il club resta comunque un caposaldo.. VOTO 8

Pallavolo Altiora: stagione un po’ turbolenta con squadra rifatta, nuova guida tecnica e cambio nella dirigenza, arriva la salvezza in C ai play out che fa mantenere la categoria alla squadra di Calcaterra (in campo VOTO 7) anche se magari la si poteva ottenere in stagione regolare senza punti buttati via, bene le cose buone nelle giovanili, bene anche il lavoro sull’immagine societaria per il quale aggiungiamo un mezzo punto in più. VOTO 6.5

Bistrot Domodossola: dal rischio retrocessione in Prima Divisione del 2018 ai play off dell’annata, buon salto di qualità anche se con quelle davanti è stata spesso dura. Nella post season i domesi lottano ma non sembrano mai avvezzi a cercare la promozione e perdono tutte le partite; buona annata che è quasi un investimento sul futuro anche per i tanti giovani lanciati. VOTO 6.5

Vega Occhiali Rosaltiora: prima annata in Serie C, settimo posto finale in un girone davvero duro, peccato per un momento di vuoto che ci può stare sul finire del 2018 e che ad un certo punto ha complicato le cose ma il lavoro di coach Andrea Cova, l’umanità del presidente Zanoli (doppio VOTO 10), un filotto casalingo dove hanno faticato anche le comunque inarrivabili formazioni di vertice ed il gruppo unito hanno risolto le cose, raccolto egregio nel giovanile con un titolo territoriale ed una final four regionale da giocare che nel Vco mancavano da decenni.. VOTO 8

CSO San Maurizio: annata bifronte per la truppa di Paolo Milanesi, una prima fase di campionato da play off, una seconda (pur sotto il ‘giogo’ del progetto Oasi con un compulsivo spostamento di giocatrici che non ha giovato) abbastanza negativa. Nono posto finale, ci si aspettava comunque di più da un gruppo di talento.. VOTO 6

Paffoni Pallavolo Omegna: buono il piazzamento finale, buonissima la prima parte del campionato con anche la vetta raggiunta, qualche scivolone sotto Natale porta le verde viola di Azzini (VOTO 10 per il titolo europeo e la carriera azzurra) intorno alla quinta posizione sino al termine. Nonostante tanti infortuni quelle sopra parevano comunque averne di più, l’annata resta però molto buona. VOTO 7

Sprint Gravellona: obiettivamente due ‘cenerentole’ hanno un pochino facilitato l’esistenza alle biancorosse di Federico Motta che comunque centrano la salvezza a due giornate dalla fine permettendosi una gita in casa della Rivarolo che è stata avversaria per centrare l’ultimo posto disponibile per la salvezza diretta… VOTO 6

AG Autotrasporti Arona: trovatasi senza giocatrici (sempre a causa del progetto ‘Oasi’ dal quale è uscita) la compagine del presidente Vanzulli si è trovata con una categoria in mano, da affrontare però con una squadra giovanissima che ha fatto quel che ha potuto, una retrocessione non è mai positiva ma la dignità queste ragazze l’hanno comunque avuta: a testa alta e fiducia nel futuro ! VOTO 5

Area Libera Invorio: solo quattro punti racimolati, una stagione tribolata, almeno per questa categoria, ci asteniamo dal voto. VOTO SV

GT

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

Sport

Mercoledì, 19 Giugno 2019
Gorecka, stellina polacca per la Igor
Mercoledì, 19 Giugno 2019
Serata su talento e fatica
Martedì, 18 Giugno 2019
Giro Under 23: Bartolozzi ritirato…
Martedì, 18 Giugno 2019
Festa dei ciclisti al Boden

Pubblicità-sport

loghi sport

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa