logo1

Campione del Mondo, Campione del Mondo, Campione del Mondo !!!

E sono tre !! Filippo Ganna è per la terza volta in carriera Campione del Mondo dell’inseguimento individuale, il tedesco Weinstein si è inchinato al vignonese che lo ha letteralmente devastato. Dopo il record mondiale sfiorato in batteria una finale a senso unico e l'iride resta suo!

 

ganna pruszkow2

 

Campione del mondo, campione del mondo, campione del mondo ! Ci perdoni da lassù il maestro Martellini se ci permettiamo di scimmiottare la sua esultanza dei mondiali di Spagna 82 ma Filippo Ganna, come lo fu quella nazionale, è per la terza volta campione del mondo dell’inseguimento individuale: niente da fare per il tedesco Dominic Weinstein, battuto, annichilito, distrutto dal vignonese del Team Sky e della nazionale azzurra. Giornata memorabile alla BGZ Arena di Pruszkow, nel pomeriggio Pippo ha sfiorato il record del mondo in batteria con un 4:07.456 a due centesimi dal primato, tempo che gli ha permesso di devastare il record italiano che poco prima Plebani gli aveva ritoccato e di abbattere proprio chi il record del mondo lo aveva fatto: lo statunitense Ashton Lambie, detentore con il suo 4:07.251, ottenuto però ad Aguascalientes in altura, che ha pagato a Filippo oltre cinque secondi. La finale? Ganna non parte come al solito col suo ritmo, ma da subito gas, seguendo la tabella impostata con un uomo di sostanza come il CT Marco Villa: con quella sua potenza che si vede ad occhio nudo, quando ha pestato forte sul lungo rapporto con quell’eleganza e compostezza che gli sono attributi noti; i giochi si sono fatti sin da subito: tempo finale: 4:07.992 e terza maglia iridata della specialità, come grandissimi che si chiamano Bradley Wiggins o prima ancora Roger Riviere, Robert Bartko, Hans Oersted e gli azzurri Guido Messina e Leandro Faggin, giusto per citarne alcuni con la consapevolezza che l’ancora giovanissimo Ganna ha il tempo dalla sua parte per ritoccare anche queste statistiche. Bronzo all’altro azzurro Davide Plebani che ha battuto il russo Alex Evtushenko, due italiani sul podio, un grand risultato. Terzo titolo mondiale in quattro anni e nell’edizione nella quale non aveva vestito la maglia iridata era arrivato un argento, insomma negli ultimi quattro anni il Ganna inseguitore o ha vinto o ha finito secondo, tralasciando europei o manifestazioni varie. La pista italiana, che deve allenare i propri atleti in Svizzera o in Belgio, visto che l’unico velodromo coperto in Italia è ancora inagibile, ha un grande interprete: Filippo Ganna, il corazziere di Vignone che è ancora campione del mondo! Londra 2016, Apeldoorn 2018 e Pruszkow 2019, uno, due, tre !!!

GT  

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa