logo1

Juve Domo al tappeto, Brando sbotta

Festival del gol al Curotti, con l'Orizzonti United di Mellano che impone lo stop alla capolista per 4-3. Nel dopo gara Brando se la prende per le condizioni del campo e per le troppe critiche rivolte alla squadra dal pubblico

brando 01

Molto probabilmente, la partita più folle della stagione. Al Curotti, l'Orizzonti United di Marco Mellano batte a sorpresa la Juventus Domo, negando ai granata l'allungo a +15 sul Borgo Vercelli. Termina 3-4, sette reti totali, tutte stupende: ad aprire le danze è Ricky Poi, che prosegue i festeggiamenti per i 201 gol in carriera trovando il “gol olimpico”, direttamente da calcio d'angolo. Per gli ospiti risponde Beretta con un tiro a mezz'aria dall'interno dell'area. I granata trovano nuovamente il vantaggio a metà primo tempo, con un favoloso mancino di Hado su assist di Leto Colombo. Alla mezz'ora arriva però il 2-2, con Amedeo, sugli sviluppi di un errore di Pioletti. Dopo un primo tempo pirotecnico, nei primi secondi della ripresa si alza ulteriormente il livello di meraviglia negli spettatori: direttamente dal calcio d'inizio, Germano vede Bastianelli fuori dai pali e azzarda la conclusione, trovando un autentico eurogol. Due minuti più tardi Poi ha l'occasione di pareggiare su calcio di rigore, ma Cerruti lo neutralizza. L'Orizzonti ne approfitta e trova il 2-4 con un assolo di Amedeo, che dopo un gioco di gambe insacca all'incrocio. Nel finale Poi prova a riaprirla con il suo classico gol su punizione, ma è troppo tardi: termina 3-4 per i ragazzi di Mellano.

“E' una partita difficile da commentare” commenta Lucio Brando al termine della gara. “Non possiamo prenderlo come alibi, ma sicuramente le condizioni vergognose del campo ci hanno svantaggiato.” Per il tecnico biellese i giochi non sono ancora fatti: “In molti pensano che il campionato sia già finito, per me non è così” conferma Brando, che aggiunge “dobbiamo rimanere concentrati, anche se le critiche che sento dagli spalti sono eccessive. Siamo primi a +12 dalla seconda e dicono ai giocatori di svegliarsi.”

 

FEDERICO RASO

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa