logo1

Meeting San Pietro, risultati di spicco

Più di cinquecento atleti da tutto il Nord Italia hanno preso parte sabato scorso al Boroli di Gravellona Toce al meeting in pista di San Pietro, memorial Raffaele di Genova.

meetingsanpietro2019

 

Non nono mancate grandi prestazioni a livello cronometrico: su tutte quella del cremonese Protti, che nei 100 piani ha fermato il cronometro dopo 10 secondi e 84 centesimi. Particolarmente fortunati e bravi gli ostacolisti: nei 110 ostacoli allievi in diversi hanno ottenuto il tempo per qualificarsi agli italiani, a riprova del valore tecnico della manifestazione organizzata in maniera impeccabile dall’Asd Gravellona Vco. Protagonisti anche diversi atleti di casa: nei 5000 metri successo per Marco Giudici della Sport Project Vco, che ha stabilito il suo primato personale sulla distanza in 14’44’’, migliorandosi di ben sedici secondi. Alle sue spalle il compagno di squadra Alessandro Turroni e Marco Valagussa tesserato per la Caddese.

Splendida anche Margherita Fasana della Gav, che nei 1000 metri ragazze ha chiuso in 3’16’’, crono di tutto rispetto: da segnalare anche il terzo posto di Giuditta Bonardi nella stessa prova. Bravissima Elisa Mariani della società di casa, che ha trionfato nei 60 ostacoli ragazze e si è messa al collo l’argento nel lancio del vortex. Nel lancio del peso categoria cadetta terzo posto per Lisa Spadone, mentre nei 1000 ragazzi argento per Alessandro Perelli del Gav, in continua e costante crescita. Medagliere arricchito per l’Asd Gravellona Vco grazie anche al terzo posto nel vortex ragazzi con Manuel Ferro e dall’oro nel lancio del peso uomini con Simone Fiumanò. Da rimarcare anche il bronzo di Veronica Bona della Sport Project negli 800 metri e la doppietta, con primo e terzo posto, di Giovanna Selva ed Alice Gattoni nei 5000. Secondo posto per Giorgio Isacco della Gav nei 400 e sul doppio giro di pista secondo e terzo Giovanni Cotti e Lorenzo Caretti. Tra i più giovani, risultati di spicco per Tommaso Pesce, terzo negli 80 cadetti e per Alessandro Inglima e Lorenzo Fadino, rispettivamente terzo nei 1000 e secondo nel peso

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa