logo1

Derivati Omegna, vertice ieri a Torino

Il sindaco Marchioni ha incontrato l'avvocato Scaparone. Prime indiscrezioni : nullo il contratto fra il Comune di Omegna e Unicredit

 

omegna municipio

 

Sarà la giunta, venerdì, a prendere una decisione di fatto definitiva sulla vicenda dei derivati, che rischiano di mettere in ginocchio ed ingessare il bilancio del comune di Omegna. Ieri il sindaco di Omegna Paolo Marchioni ha incontrato a Torino l'avvocato Scaparone, uno dei massimi esperti in materia. Bocca cucita sull'esito del faccia a faccia, ma stando ad alcune indiscrezioni l'ipotesi è che ci siano elementi sufficienti per dedurre la nullità del contratto dei derivati con Unicredit. In questo caso ci sarebbe  un'azione civile in tribunale ordinario da parte del comune di Omegna: rimane da capire però presso quale Tribunale ordinario, se quello di Verbania, Torino o Milano. La giunta sarà chiamata a fare le valutazioni finali, in base anche a quanto spiegherà il primo cittadino.  Il debito compreso di interessi e rate non pagate ammonta a circa 1,8 milioni di euro.  Le altre soluzioni sul tavolo sono  una transazione con Unicredit oppure un prolungamento del contratto a recupero delle quote non versate con rateizzazione del debito ventennale.

 

Daniele Piovera

 

Pin It

Web TV

Altre News

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa