logo1

Bognanco, Bonzani: ''A Gallo interessava solo il posto di assessore''

Bognanco : i consiglieri di minoranza replicano alle aprole di Bernardino Gallo

bognanco consiglio comunale

''A Bernardino Gallo interessava solo il posto di assessore a Bognanco. Lo ha sempre voluto. Lo ha detto più volte e mi ha svelato il suo piano di divenire prima assessore a Bognanco per poi riuscire ad avere un palco privilegiato per preparare la campagna elettorale per Domodossola nel 2016''. Michele Bonzani, capogruppo di minoranza a Bognanco, attacca Bernardino Gallo, fondatore dell'associazione Sos Ossola, che ieri ha invitato i consiglieri di Bognanco ad andare al voto, attaccando sindaco, minoranza e maggioranza.

 Bognanco, dopo le dimissioni del consigliere Belandi, ha una maggioranza monca, con solo cinque consiglieri, tanti quanti la minoranza. E la situazione sta creando contrasti.

''Quello di Gallo - dice Bonzani - è un maldestro tentativo di lavarsi la coscienza in prossimità delle prossime, cruciali scadenze consiliari di Bognanco, che vedono il sindaco sempre più in difficoltà e che potrebbero anche coincidere con la fine di questa amministrazione''. Bonzani tira in ballo anche Rosanna Gallo, figlia di Bernardino, consigliera di maggioranza in paese.

''Rosanna Gallo - dice Bonzani - non è più l’ago della bilancia e con le prese di posizione del padre può liberamente far mancare il sostegno alla maggioranza. Rosanna, fino allo scorso anno, era d’accordo con noi per sfiduciare il sindaco, ma poi ha misteriosamente cambiato idea. Abbiamo sempre avuto il sospetto che dietro ci fossero manovre poco chiare, degne di un mercato delle vacche che chi ha vissuto la prima repubblica ben conosce. E lei, Bernardino, della prima Repubblica e di quei leggendari tempi ne è sicuramente un conoscitore''. Per la minoranza quelli di Bernardino Gallo sono ''deliri'' perchè se ''vuol far cadere il sindaco deve solo dare indicazioni precise alla consigliera Gallo''.

Bonzani torna sulle dimissioni decisive del consigliere Belandi, che hanno messo in crisi la maggioranza. ''Belandi - ricorda Bonzani - si è già recato dai Carabinieri per rendere dichiarazioni spontanee sui fatti e inoltre lo stesso ha chiarito con un’intervista la sua posizione. Non lo tiri più per la giacchetta, ma si faccia una ragione delle sue dimissioni''.

 

 Renato Balducci

 

Pin It

Web TV

Altre News

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa