logo1

Morto l'avvocato Gianni Correnti

vconews

Si è spento questa mattina all’ospedale Maggiore di Novara l’avvocato Gianni Correnti. Era nato nel giugno del 1940, aveva 76 anni. Un malore, a causa di una crisi cardiaca, lo aveva colto il 9 settembre, non si è mai più ripreso e quattro giorni fa è sprofondato in un coma irreversibile che lo ha portato al decesso.

Nel tempo lasciato libero dall’attività forense lo si vedeva spesso sia a Verbania che a Stresa e ad Arona, infatti amava queste località del lago Maggiore.   Era molto conosciuto come legale e stimato sia nell’ambiente del tribunale di Novara che in quello di Verbania. Numerose e importanti le cause che ha sostenuto e portato a vincere per i suoi clienti. Era stato sindaco di Novara dal 1997 al 2001 a capo di una coalizione che si identificava nell’Ulivo. In precedenza aveva ricoperto la carica di senatore nella decima legislatura e deputato alla Camera nella undicesima nelle file del Partito della Sinistra. E’ stato a lungo presidente della Camera Penale di Novara. A livello nazionale aveva fatto parte del Comitato per i procedimenti d’accusa e della Commissione d’inchiesta per le responsabilità a seguito dei terremoti in Campania e Basilicata. Tra le cause più recenti di cui si stava occupando c’è quella della “Dynasty Giacomini”, quella che vedeva coinvolta la nota famiglia di industriali del rubinetto. Ha difeso con successo anche l’ex sindaco leghista Massimo Giordano, nella vicenda che lo vedeva coinvolto come primo cittadino del capoluogo novarese. Appassionato di volo, aveva ottenuto il brevetto di pilota e spesso si recava a Roma per lavoro pilotando direttamente il velivolo senza dover attendere gli aerei di linea. Oltre ai familiari lascia anche l’anziana madre. La data dei funerali non è ancora stata stabilita.         

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa