logo1

Nebbiuno, tenta rapina in farmacia. Viene arrestato dai Carabinieri

 

E' successo nella serata di mercoledì

farmacia nebbiuno

Tenta una rapina alla farmacia di Nebbiuno, ma viene bloccato e poi arrestato dai carabinieri di Arona. E’ accaduto nella serata di mercoledì 20 novembre, T. M., queste le iniziali del rapinatore, 20 anni residente in provincia di Milano, è stato dapprima bloccato dallo stesso farmacista e da altre persone che si trovavano a passare di lì, e poi tratto in arresto dai militari della compagnia di Arona. L’uomo si trovava sul Vergante in quanto avrebbe dovuto essere sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari in una casa di cura alla periferia nord del luogo, questo per i precedenti malavitosi che aveva commesso in precedenza. Lo aveva disposto il tribunale di Torino, città dove il ventenne stava scontando i domiciliari nella residenza di una nonna. Era stato arrestato per maltrattamenti, danneggiamenti alla cosa pubblica, a chiese e altro. E’ stato accompagnato sul Vergante a metà pomeriggio, dove avrebbe dovuto scontare il resto della pena, due ore dopo ha lasciato la clinica, senza alcuna autorizzazione, avventurandosi per le vie del paese. Non conosceva bene la località dove è venuto a trovarsi, ma ha raggiunto piazza Caduti di Nassiriya dove si trova la farmacia del paese. Ha prelevato da terra una bottiglia di vetro che ha spezzato ed è entrato, manifestando le sue intenzioni e chiedendo al titolare di consegnargli tutto l’incasso della giornata. Dopo una animata discussione il farmacista gli consegnava 20 euro. Il rapinatore a questo punto abbandonava l’esercizio e si immetteva in strada. Il farmacista però lo ha rincorso e, con l’aiuto di alcuni passanti, lo ha immobilizzato e disarmato dai cocci di bottiglia. Nel frattempo, prontamente allertata, è arrivata a Nebbiuno una pattuglia del carabinieri del Nucleo di radiomobile di Arona che lo ha tratto in arresto per tentata rapina. Il ventenne veniva trasportato nel carcere di Verbania a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ha già convalidato l’arresto. Verrà trasferito alle Vallette, il carcere di Torino, dove è presente un reparto adatto alla sua patologia.

F.f.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa